Secondo giorno di protesta al Guglielmotti di Civitavecchia • Terzo Binario News

Li student contestano al preside l’interdizione di spazi e regole troppo rigide

“Questa mattina, precisamente dalle ore 10:25 alle ore 10:35 gli studenti e le studentesse del Padre Alberto Guglielmotti di Civitavecchia hanno continuato a protestare contro il preside Roberto Ciminelli il quale si rifiuta al colloquio con i ragazzi, si rifiuta all’ascolto e soprattutto alla comprensione di un ritorno vero e proprio alla normalità poiché si ricorda che le scuole come per la maggior parte dei luoghi,  non vive una situazione di emergenza sanitaria. 

“Nessun Compromesso per la Salute Mentale” 

“Torniamo alla Normalità” 

Questo si legge dai cartelloni creati dai ragazzi e le ragazze per protestare e per far capire la fatica che si ha per accettare delle semplici ma efficaci proposte da parte degli alunni e delle alunne e come si abbia paura da parte della presidenza di non ascoltare i ragazzi e un ritorno appunto alla normalità.

Tutto ciò è stato spinto dalle restrizioni imposte dall’inizio dell’anno scolastico da parte della presidenza. È stato infatti più volte negato improvvisamente l’accesso ad alcuni spazi ricreativi dei ragazzi tra cui: Aula

Magna, Cortile Esterno, Parcheggio, a causa della difformità delle stesse rispetto a determinate norme. Nonostante ciò, gli stessi alunni decidono di protestare e occupano pacificamente gli spazi sopracitati, anche perché gli stessi alunni e le stesse alunne hanno potuto usufruire dell’Aula Magna in data 28 Settembre dalle ore 8:30 alle ore 12:30 per svolgere in presenza l’Assemblea d’Istituto (circ. 23 del 23 settembre 2022).

L’importanza di tali spazi comuni è dettata anche dalla necessità delle studentesse e degli studenti di socializzare, soprattutto a seguito di due anni di forti restrizioni causate dalla pandemia.

Pubblicato martedì, 4 Ottobre 2022 @ 17:55:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA