Sciopero generale oggi 26 ottobre 2018 - Terzo Binario News

Scuola, sanità, trasporti locali e ferroviari, ma non solo.

Oggi, venerdì 26 ottobre 2018, si preannuncia una giornata difficile in tutto il Paese a causa della sciopero di 24 ore indetto dalle sigle sindacali Usi, Cub, Sgb e Sial Cobas per tutte le categorie di lavoratori, compreso come detto il comparto scuola e sanità. Per quanto riguarda invece trasporto locale e treni sono stati stabiliti fasce di garanzia e servizi minimi. Sial Cobas protesta contro la manovra del governo, giudicata “né popolare né espansiva”.

IL TRASPORTO

Circoleranno invece regolarmente le Frecce di Trenitalia (l’agitazione proclamata da alcuni sindacati autonomi è scattata per le ferrovie alle 21 di ieri sera per concludersi alle 21 di oggi): garantiti anche i treni il cui arrivo è previsto per stasera entro le 22, un’ora dopo quindi l’inizio dello sciopero. Sarà inoltre assicurato il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino.

Per i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie più frequentate dai pendolari (6-9 e 18-21). Italo ha pubblicato una tabella con i treni garantiti. Lo sciopero nel comparto aereo interesserà invece soltanto il personale dei due aeroporti di Milano (Linate e Malpensa) e Bologna.

ROMA

Nella capitale, dove già stamattina la metropolitana ha subito un’interruzione di circa mezz’ora sull’intera linea B/B1 a causa di un guasto, l’agitazione di oggi interesserà i collegamenti Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl.

Saranno comunque in vigore le fasce di garanzia: servizio regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Sempre nella capitale oggi sciopereranno anche i lavoratori dell’Ama, l’azienda dei rifiuti: Ama ha attivato le procedure per assicurare servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili.

Pubblicato venerdì, 26 ottobre 2018 @ 07:12:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA