Santo Versace porta la moda nel carcere di Civitavecchia - Terzo Binario News

Sabato 5 ottobre l’IISS L. Calamatta, rappresentato dalla prof.ssa Francesca Ciccioli e dalla prof.ssa Simonetta Paluzzi, ha partecipato all’incontro presso la Casa Circondariale di Civitavecchia con il noto stilista Santo Versace, che ha presentato nuove prospettive lavorative all’interno del carcere stesso, per coloro che sono sottoposti a trattamenti detentivi.

L’intento è quello di realizzare percorsi di formazione finalizzati alla produzione artigianale di abbigliamento e accessori, anche in vista di un futuro reinserimento socio-lavorativo per coloro che hanno subito condanne penali. Del resto ultimamente, l’industria del settore cerca un grosso numero di lavoratori di ogni livello e l’offerta non riesce a coprire il bisogno. A tal proposito lo stilista ha ribadito quanto la produzione italiana si distingua in fatto di qualità e di stile, sottolineando che la moda e le produzioni sartoriali italiane,rappresentino un’importante voce dell’economia del nostro Paese e di quanto facciano la differenza nel mondo. Considerazioni queste che confermano il valore e la spendibilità dell’indirizzo professionale Made in Italy presente nel nostro Istituto, dove studenti e studentesse acquisiscono competenze per ideare, progettare e disegnare collezioni di moda, realizzando artigianalmente capi di abbigliamento.

Pubblicato mercoledì, 9 Ottobre 2019 @ 14:49:23     © RIPRODUZIONE RISERVATA