Santa Marinella, Tidei e D'Emilio a Fiorucci sul turismo: "Danni mai negati, la smetta di travisare le nostre affermazioni" - Terzo Binario News

“È ora che Fiorucci la smetta. Un continuo borbottio di concetti attribuiti al Sindaco Tidei ed al delegato D’Emilio. Concetti travisati volutamente e tesi a screditare l’azione di questa maggioranza. Il consigliere Fiorucci eletto con la compagine di coloro che hanno governato per 10 anni il nostro comune ha piacere di portare il vestito da albergatore nella politica salvo poi svestirsene all’abbisogna. Nessuno ha detto che non ci sono stati danni al comparto turistico, si è semplicemente affermato che sono stati presi di assalto gli immobili e le ville anche da vip.

Noi avevamo un iter di sviluppo turistico che abbiamo portato avanti ed ora siamo stati costretti a cambiare in corsa, causa covid. Cambiamenti rimodulati nel tempo perché pianifichiamo e non navighiamo a vista. Purtroppo Fiorucci come già detto sta solo cercando di spaccare la categoria delle strutture ricettive a mero fine elettorale. Lamenta la mancanza di confronto, cosa non vera perché il confronto c’è e prosegue con tutti gli attori dell’industria turistica a tutti i livelli, locali, nazionali, internazionali. Certo se Fiorucci pretende che l’amministrazione segua la sua linea politica è proprio fuori strada. Invece di creare caminetti, porti proposte concrete e non strilli e strepiti privi di senso.

Abbiamo una pandemia in atto, il momento è difficilissimo, ma noi siamo abituati a rimboccarci le maniche e lottare. Se lui vuole rimanere lì ad urlare su quanto sia inefficiente e cattiva l’amministrazione faccia pure. Lo diceva anche la scorsa estate, quando poi gli operatori intervistati dai giornali dissero che era stata la migliore stagione di sempre. Ora questa sicuramente non sarà come quella dello scorso anno, ma noi dobbiamo affrontare l’emergenza, uscire in piedi e ripartire. Forse aspirava ad occuparsi di turismo ed avendo perso le elezioni il non poterlo fare lo indispettisce, ma non è così che si esce da questo disastro. Per uscirne bisogna lavorare, lavorare fino allo sfinimento. E noi lo stiamo facendo.

Certo commetteremo degli errori, non siamo infallibili. Ma alla fine dobbiamo portare a casa il risultato perché è nostra responsabilità farlo per tutti, anche per lui. Siamo stati propositivi con lui, quando ante covid abbiamo fatto il giro delle strutture ricettive con i responsabili di importanti tour operator siamo andati anche da lui per confrontarci, dandogli la possibilità di interloquire a livelli fino ad ora inimmaginabili per la città, forse lo ha dimenticato? Ma è un fatto che il covid è arrivato e ci possiamo fare ben poco, c’è e dobbiamo combatterlo.

Nonostante questo ora gli stabilimenti potranno rimanere aperti anche fuori stagione, il ripascimento delle spiagge è la posa delle barriere soffolte è in corso ed apliera’ le spiagge di oltre 15mt, ci scusi se queste non sono azioni che aiutano il turismo. Ci sono tutta una serie di azioni che stanno per partire ed hanno bisogno del giusto tempo perché rimoddulate ed inapplicabili durante il lockdown. Quindi Fiorucci la smetta di ergersi a capo popolo perché forse guadagnerà qualche voto, ma di certo sta procurando un danno alla città ed al comparto turistico a lui tanto caro…. A parole

Il Sindaco Tidei e il delegato D’Emilio

Pubblicato venerdì, 5 Giugno 2020 @ 11:39:24     © RIPRODUZIONE RISERVATA