Santa Marinella, presentate due mozioni de Il Paese che vorrei - Terzo Binario News

Il Paese che Vorrei promuove due mozioni: una per favorire la partecipazione dei cittadini all’attività politico-amministrativa e la trasparenza dell’Ente, l’altra per attivare un nuovo servizio per la bonifica dell’amianto.

Mercoledì approderanno in Consiglio comunale due nuove mozioni promosse da “Il Paese che Vorrei” per il tramite del proprio rappresentante istituzionale Lorenzo Casella

Dando seguito a un’ampia richiesta dei cittadini, la prima mozione chiede di aprire un canale diretto tra cittadini e Istituzioni, attraverso la pubblicità e la diffusione del dibattito e delle votazioni del Consiglio comunale. La mozione lascia a Sindaco e Giunta discrezionalità sullo strumento che riterranno più opportuno: diretta streaming o radiofonica o pubblicazione sul sito istituzionale di registrazioni audio o video. L’approvazione di questa mozione permetterebbe anche ai cittadini che non possono assistere alle sedute del Consiglio, di seguirne i lavori e valutare le posizioni assunte nel dibattito. Con la mozione è stato presentato anche il Regolamento attuativo per delineare le attività nel rispetto della normativa sulla divulgazione delle informazioni e della privacy. Il regolamento, inoltre, disciplina la possibilità dei cittadini di effettuare registrazioni a scopo divulgativo o documentale.

Questa proposta integra il percorso già iniziato per promuovere la partecipazione popolare, avviato con le modifiche allo Statuto comunale per gli Strumenti di Partecipazione. Il Paese che Vorrei intende con queste azioni restituire ai cittadini il ruolo centrale nella vita sociale e politica di Santa Marinella.

Anche la seconda mozione nasce da un’esigenza molto sentita e ha come oggetto la bonifica del territorio comunale dall’amianto tramite l’avviamento di una nuova attività per la Santa Marinella Servizi.  La mozione propone di formare specifiche figure professionali in modo da consentire alla partecipata del Comune di svolgere le operazioni di bonifica abbattendo il costo delle operazioni e facilitando le procedure. Eviteremmo così che l’amianto presente nel nostro territorio continui a non essere smaltito o, peggio, venga abbandonato in discariche abusive. Contestualmente, doteremmo la SMS di nuove competenze per aumentarne il fatturato attraverso l’offerta di servizi di qualità, svolti da personale preparato, con l’obiettivo della riqualificazione dell’ambiente. All’attivazione di questo servizio, si chiede inoltre al Comune di promuovere una capillare campagna di informazione e sensibilizzazione, prevista dalla normativa.

 “Il Paese che Vorrei” da sempre si impegna per tradurre le istanze che provengono dal territorio in azioni concrete. Il diritto alla partecipazione e la tutela e il rispetto dell’ambiente – valori portanti dell’associazione e fondamento di queste mozioni –– rappresentano una nuova occasione di crescita civica per la nostra comunità e una nuova opportunità di riqualificazione e avanzamento professionale per i nostri addetti. Ambiente, lavoro, partecipazione, diritti, restano al cuore dell’azione politica e sociale de “Il Paese che Vorrei” in un percorso condiviso per la crescita di Santa Marinella.

Pubblicato martedì, 16 Aprile 2019 @ 08:30:51     © RIPRODUZIONE RISERVATA