Rugby, sono "Segni" di vittoria per il Montevirginio: 36-0 alla nobile decaduta e primato rafforzato - Terzo Binario News

Neanche la nobile decaduta Segni riesce a interrompere la marcia spedita del Montevirginio Rugby nel girone promozione di C2 regionale. Allo Sciamanna i biancorossi hanno battuto i segnini 36-0 conquistando anche il punto di bonus. Di seguito la nota del XV guidato da Alessansdro MAmeli (in foto).

I ragazzi dell’Asd Montevirginio Mini Rugby domenica si sono confrontati con la squadra del Rugby F.C. Segni ASD sul campo “Sabrina Sciamanna “di Montevirginio . La squadra condotta e guidata da Alessandro Mameli e Davide Perugini si è distinta per dedizione ed attenzione dando il giusto valore all’avversario, nobile e blasonato. Non hanno mostrato paura ad affrontare da subito sul campo di gioco la compagine segnina che dava immediatamente indicazioni di una buona squadra quadrata e forte in mischia. Le prime mischie sono state difficili per i ragazzi del Monte ma con l’andare avanti del cronometro anche questa peculiarità dell’avversario è stata ridimensionata e alla fine disgregata dalla mischia dei nostri ragazzi. Il gioco molto spezzettato ha avuto molte interruzioni dovute a punizioni da una parte e dall’altr: alla fine l’arbitro civitavecchiese Pasquale Ciocci ha chiamato 35 mischie circa ma ci sono state delle belle fiammate da parte dei rugbisti del Monte con un bel movimento di palla e dei buoni punti di incontro. La disciplina è stata un problema, visto che nel computo finale della partita si sono registrati un cartellino rosso per un giocatore del Segni e tre cartellini gialli per i ragazzi del Montevirginio .

Ottima la prova corale su placcaggi e scelte di gioco, attenzione e intelligenza. Esempi palesi quelli di Claudio Stocchi, una sicurezza, di tutto il gruppo dei seconda e terza linea centro, placcaggi e recuperi palla a non finire e le ali che che con la loro velocità hanno sempre messo pressione all’avversario. Una attenzione particolare anche ad Andres questa volta estremo che praticamente ha rilanciato il gioco , in quelle occasioni che sono capitate, in modo attento e tattico mettendo i propri compagni nelle condizioni di andare in meta o guadagnare terreno . Molto bene Simone, schierato flanker e tutti quelli che dalla panchina sono entrati dando il massimo negli ultimi minuti. Insomma il gioco è stato quasi sempre dentro la metà campo avversaria e sole tre volte nel primo tempo e tre nel secondo il Segni si è affacciato dentro i 22m del Monte. Il risultato finale di 36-0 non rende ma da un segnale di crescita ancora del gruppo che ci auguriamo si consolidi e progredisca con l’aumentare delle difficoltà, perché la gloria si costruisce nel fango e anche se fango sul campo non c’era un altro pezzetto di questa se la sono conquistata e guadagnata”.

Pubblicato martedì, 5 Marzo 2019 @ 13:07:19     © RIPRODUZIONE RISERVATA