Rifiuti, Rocca (FdI): "Punire gli autori della truffa" - Terzo Binario News

Il servizio inchiesta delle Iene che è andato in onda ieri sera sul servizio di raccolta delle utenze non domestiche da parte della Multiservizi, ha smascherato una colossale truffa ai danni dei commercianti e dei cittadini romani che deve trovare un’immediata risposta da parte del Campidoglio e dell’autorità giudiziaria”. Queste le parole di Federico Rocca, responsabile romano degli enti locali di Fratelli d’Italia.

“La cosa che mi lascia perplesso è che ancora una volta sia stata una trasmissione televisiva a scoprire un comportamento illegale ai danni della collettività – ha continuato – chi era preposto ai controlli cosa faceva? Non sapevano, erano conniventi? Eppure i commercianti di lamentele ne hanno inviate parecchie, possibile che nessuno ai vertici abbia attivato dei controlli? Vedere Roma piena di rifiuti e scoprire che alcuni operatori si comportano in questo modo fa veramente rabbia perché è una truffa nei confronti dei commercianti che pagano regolarmente la tassa sui rifiuti più cara d’Italia e dei cittadini che devono camminare su strade stracolme di rifiuti”.

“Il sindaco Raggi come al solito non ha perso l’occasione per dimostrare arroganza e incapacità – ha proseguito Rocca – ma oramai ci siamo abituati ma quello al quale non ci dobbiamo mai abituare è il malaffare. È doveroso che i responsabili di questa truffa di ogni ordine e grado, paghino per quello che hanno fatto, questo anche per rispetto a tutti quegli operatori della Multiservizi che svolgono regolarmente e onestamente il proprio lavoro”.

“La Raggi ha latitato fino ad oggi, infatti, alle Iene ancora stanno aspettando un incontro per presentarle la documentazione raccolta, evidentemente per il sindaco questa truffa non è una priorità ma sono sicuro che dopo la messa in onda dell’ennesima figuraccia si degnerà di muovere un dito, altrimenti – ha concluso Rocca – siamo disposti ad andare noi a denunciare tutto alla Procura della Repubblica”.

Pubblicato mercoledì, 9 Ottobre 2019 @ 10:24:09     © RIPRODUZIONE RISERVATA