Rapina a Ostia Antica, minacce ai cassieri poi la fuga con l'incasso: un arresto. Caccia al complice - Terzo Binario News

Rapina a Ostia Antica. Nella mattinata di lunedì 8 aprile due persone hanno fatto irruzione nel supermercato di via del Collettore Primario: approfittando della confusione generatasi all’interno dell’esercizio pubblico, hanno minacciato i cassieri che, nella convinzione che i due fossero armati, hanno consegnato l’intero incasso della giornata. Preso il bottino, circa 1500 euro, i malviventi si sono dati alla fuga, facendo perdere le proprie tracce.

I carabinieri della Stazione di Ostia Antica, intervenuti sul posto appena chiamati, hanno posto in essere un’accurata ed incisiva attività investigativa, svolta sia con l’ascolto delle dichiarazioni delle persone presenti ai fatti sia con l’analisi dei filmati dei molteplici impianti di videosorveglianza dislocate lungo le possibili vie di fuga dei due.

L’esame degli indizi ha consentito di delineare una sommaria descrizione dei rapinatori e, soprattutto, di individuare la vettura utilizzata per la fuga. Dopo alcune ore, le indagini hanno condotto i militari di fronte alla porta dell’appartamento di una palazzina popolare di Acilia, nel cui interno era stato individuato l’appartamento di un pregiudicato, presunto autore della rapina.

L’uomo è risultato, sin da subito, molto innervosito dalla presenza dei militari che, a seguito di perquisizione, hanno poi rinvenuto l’abbigliamento utilizzato da uno dei rapinatori, una parte della refurtiva e, nascosta poco distante, la vettura utilizzata nella rapina.

Il malfattore, già noto alle forze dell’ordine, è stato quindi arrestato e ristretto presso il carcere di “Regina Coeli” in attesa dell’udienza di convalida, mentre il complice viene attivamente ricercato.

Pubblicato martedì, 9 Aprile 2019 @ 11:37:06     © RIPRODUZIONE RISERVATA