Punti di vista delle Piallature - Terzo Binario News

Appartengo alla minoranza silenziosa. Sono di quei pochi che non hanno più nulla da dire e aspettano. Che cosa? Che tutto si chiarisca? L’età mi ha portato la certezza che niente si può chiarire: in questo paese che amo non esiste semplicemente la verità. Paesi molto più piccoli e importanti del nostro hanno una loro verità, noi ne abbiamo infinite versioni. Le cause? Lascio agli storici, ai sociologi, agli psicanalisti, alle tavole rotonde il compito di indicarci le cause, io ne subisco gli effetti. E con me pochi altri: perché quasi tutti hanno una soluzione da proporci: la loro verità, i loro punti di vista, cioè qualcosa che non contrasti i loro interessi. Avete mai provato a leggere cosa gli stranieri pensano del nostro paese? È interessante scoprirsi descritti da uno straniero.

Il punto di vista altrui spesso non coincide col nostro ed è un bene credetemi, un esempio: anni fa un’organizzazione che si chiama Transcultura, ha condotto antropologi africani che non erano mai stati in Europa, in Francia e a descriverla così come gli europei avevano fatto con gli africani. Una delle cose che più colpì gli africani fu che “I francesi portano a spasso i cani“. Per noi è normale, ma non lo è per un’altra cultura. Niente di grave direte voi, ma questo ci fa rendere conto, ad esempio, che il nostro rapporto con gli animali è diverso da paese a paese.

Allora alla tavola rotonda delle opinioni bisognerà anche invitare uno storico dell’arte per fargli dire quale influenza può avere avuto il barocco sulla nostra psicologia. In Italia infatti la linea più breve tra due punti è l’arabesco. Viviamo in una rete d’arabeschi.

Pubblicato venerdì, 7 Agosto 2020 @ 12:34:52     © RIPRODUZIONE RISERVATA