Primo posto per gli studenti dell'Alberghiero di Ladispoli alla gara di accoglienza turistica all'Hilton - Terzo Binario News

Riceviamo e pubblichiamo – Up-selling, cross-selling, check-in: dopo la competizione di Sala e Cucina, gli studenti dell’Alberghiero di Ladispoli tornano all’Hotel Hilton di via Cadlolo a Roma, per la gara di Ricevimento.  Ed è un successo a tutto campo.

Primo posto sul podio sia per l’allieva Grazia Cerrini (Sezione individuale), sia per la Classe 5^ Turistica (Sezione squadre). Ad accompagnare gli studenti, questa volta, la Prof.ssa Giovanna Albanese e il Prof. Renato D’Aloia, Docenti di Accoglienza Turistica dell’Istituto di via Federici, con l’Assistente tecnica Tiziana Feliciani.
Proseguono, dunque, a pieno ritmo, in via Cadlolo, le iniziative del Progetto “Careers@Hilton 2017”, finalizzate a promuovere tutte le professionalità legate al mondo dell’ hôtellerie.

“Ci piace mettere a contatto i nostri studenti con realtà di eccellenza, dalle quali c’è sempre molto da imparare. – hanno spiegato i docenti Giovanna Albanese e Renato D’Aloia – Queste gare, inoltre, contribuiscono ad alimentare la motivazione all’apprendimento con un sano spirito agonistico, utile al confronto e allo scambio reciproco di esperienze. Il successo di oggi dimostra l’ottima preparazione dei nostri studenti. Ne siamo felici e orgogliosi”. Stavolta, al centro del campo di gara, l’arte dell’accoglienza turistica, con focus centrato sulle attività di back-office e front-office. La competizione ha visto la partecipazione di tre Istituti Alberghieri: tre squadre composte ognuna da 10 allievi, al lavoro nella Sala ‘Belle Arti’ dell’Hotel di via Cadlolo.

Criteri di valutazione sono stati: per l’accoglienza, classe e professionalità; per il servizio, velocità e attenzione. I giudici erano in incognito fra gli ospiti. La squadra del back-office ha dovuto predisporre la modulistica ed evidenziare eventuali margini per adottare strategie di up-selling (offrire al consumatore un servizio o un prodotto di maggior valore rispetto alla sua scelta d’acquisto iniziale) o di cross-selling (aumentare il valore dello scambio, mettendo a disposizione prodotti o servizi in qualche modo collegati con la scelta d’acquisto iniziale, rendendola più completa). Il team del front-office, invece doveva effettuare il check-in secondo le procedure previste.

Due le squadre di studenti che si sono recate all’Hilton di via Cadlolo. Questi i nomi: Francesca Di Pasquale, Giulia Mazzitelli, (IV TB), Silvia Caleffi, Grazia Cerrini, Camilla Laghi, Nadir Khan, Federica Oliviero e Alessia Scipioni (V AT).

La catena di alberghi Hilton, una delle più grandi del mondo, può vantare una storia ricca di primati e di successi. Correva l’anno 1919, quando Conrad Hilton acquistò The Mobley, un hotel a Cisco, in Texas. Nel 1925 inaugurò il primo albergo che portava il suo nome: il “Dallas Hilton”. Nel 1927 nacque il primo hotel dotato di aria condizionata nelle sue aree pubbliche. Nel 1943, dopo altre acquisizioni, Hilton era già diventato il primo gruppo alberghiero degli Stati Uniti. Nel 1947 il ‘Roosevelt Hilton’ di New York è il primo hotel al mondo ad installare le tv nelle camere degli ospiti. Nel 1955 Hilton crea l’Hilcron, la prima centrale di prenotazioni tramite telefono, telegramma o telescrivente. Nello stesso anno sorge l’ ‘Hilton Istanbul’, il primo albergo costruito ex-novo nell’Europa del secondo dopoguerra.

Ma i primati non finiscono qui: nel 1959, con l’inaugurazione dell’Hilton San Francisco Airport, nacque il concetto di hotel aeroportuale. Nel 1965 è la volta di “Lady Hilton”, il primo programma alberghiero concepito esclusivamente per globe-trotter di genere femminile, con piani, camere, servizi e accessori pensati e ritagliati su misura per le donne. Conrad Hilton morì nel 1979 all’età di 91 anni. La straordinaria avventura della compagnia è proseguita fino ad oggi, obbedendo ad un imperativo categorico e ambizioso: “riempire la Terra con la luce e il calore dell’ospitalità, offrendo un’esperienza eccellente a ogni ospite, in ogni hotel, in ogni occasione”, con un occhio alla tradizione e uno all’innovazione (nel 1995 viene lanciato il primo sito web Hilton). Dal 2009, presente in 76 Paesi, Hilton diventa il marchio alberghiero a servizio completo più grande del mondo: 3000 hotel per una capacità complessiva di 545.000 camere.
In Italia Hilton è presente a Milano, Como, Venezia, Firenze, Roma, Sorrento, Matera, Lecce, Giardini Naxos e Olbia.

Pubblicato martedì, 23 Maggio 2017 @ 10:34:29     © RIPRODUZIONE RISERVATA