Post Mortem Cupinoro, Sala: Assolto dall'accusa di danno erariale di 4milioni e 400 mila euro - Terzo Binario News


“L’ultimo mio post riferito alle sentenze che mi riguardavano iniziava così “ Credere nella giustizia perché ci sarà un giudice a Berlino….” Ebbene posso affermare che “ di giudici a Berlino”….ce ne sono più di uno, si moltiplicano! Oggi é arrivata un’altra sentenza, questa volta della Sezione Giurisdizionale per il Lazio della Corte dei Conti, dalla quale sono stato ancora una volta assolto dalle due contestazioni formulate dalla Procura contabile, per un asserito danno erariale di 4 milioni e 400 mila euro circa ( uno scherzetto!!), riconducibile alla problematica del post mortem della discarica di Cupinoro, procedimento aperto sempre per “merito” dei soliti denunciatori e diffamatori seriali.

La Sezione della Corte dei Conti ha ancora una volta riconfermato e riconosciuto che la Bracciano Ambiente non era un Società in house e relativamente alla seconda contestazione ( emissione di una ordinanza sindacale per la rimozione del percolato in discarica per evitare un danno ambientale), ha escluso la colpa grave del sottoscritto. Sono naturalmente molto felice per questa nuova assoluzione e, in tutti questi anni di battaglia giudiziaria, che mi ha visto combattere sempre a testa alta e con al fianco la mia famiglia, in una competizione ritenuta inizialmente, a torto, impari, non ho mai rinunciato a pensare in positivo, consapevole che alla fine la giustizia avrebbe trionfato.

Non posso esimermi di ringraziare i miei avvocati, che si sono dimostrati prima di tutto dei grandi professionisti e poi degli amici, che hanno messo nella loro azione di difesa, anche molta passione e ne hanno fatto anche “ una loro causa”. Questo incredibile numero di giudizi intentanti nei miei confronti presso la Corte dei Conti, mi hanno fatto diventare più saggio e debbo dire che i risultati positivi, hanno fortemente rafforzato il mio senso della giustizia, perché solamente essendo saggi ed onesti, si può vivere felicemente. I soliti noti, che oggi si ergono a paladini della giustizia, sono felici dopo aver distrutto con le denunce questo nostro bel paese, alimentando un clima di odio e contrapposizione che i cittadini di Bracciano non meritavano e non meritano ? Non si governa un comune solo denigrando fatti e persone del presente e del passato, cercando di colpire l’immagine e l’onorabilità di uomini che hanno dedicato lustri della propria vita all’elevazione del rango e dell’immagine di Bracciano. Le infamie e le bugie hanno le gambe corte. Ma di questo ne parleremo più avanti. Oggi mi godo questa ulteriore assoluzione, la sesta di una incredibile serie di procedimenti. Mi chiedo e vi chiedo: ma vi sembra possibile una cosa del genere?”.

Giuliano Sala

Pubblicato mercoledì, 22 Maggio 2019 @ 14:44:24     © RIPRODUZIONE RISERVATA