Orsomando replica: "Le parole del vicesindaco Zito sono un autogol" - Terzo Binario News

Riceviamo e pubblichiamo – “Che tenerezza il Vice Sindaco di Cerveteri Giuseppe Zito che ieri, dopo l’arresto di alcuni esponenti politici romani, quasi come un bambino alla sua prima importante partita, prendeva la palla al balzo per attaccare il sottoscritto alla ricerca di un presunto “capro espiatorio” locale, forse da sacrificare politicamente, per provare a spegnere i riflettori ,oramai accesi da molto tempo, sulle probabili illegittimità commesse dalla sua Amministrazione.

E’ singolare quando, con veemenza celante un presunto desiderio di vendetta e rabbia, mi diceva di prendere una posizione forte dal mio referente politico romano, finito ai domiciliari nell’operazione Rinascimento, parlando di alcuni impedimenti posti in essere dallo stesso inerenti opere importanti per la nostra città. Che sensazione di pena sentirlo parlare di legalità, trasparenza, etica e morale senza però ricordarsi, caro quasi “Beato Giuseppe Zito” i tanti, seppur presunti, esponenti indagati, rinviati a giudizio e alcuni, poi, arrestati, che sono stati rappresentanti in pectore dalle campagne elettorali della sua maggioranza. E’ alquanto “politicamente disonorevole” e discutibile , mi passi il termine utilizzando un vecchio detto, nel senso buono del suo significato, “sputare nel piatto dove si è mangiato” o mettere in croce situazioni che vedono protagonisti alcuni esponenti politici vicini a questa maggioranza. Oggi siete venuti allo scoperto e siamo sicuri che di queste affermazioni di Zito così farnetiche quanto fuori luogo forse se ne terrà debito conto nell ‘agone politico che vi riguarda. Ad esempio cosa ne pensa il Presidentissimo Nicola Zingaretti sponsor e mentore politico del Sindaco Alessio Pascucci? Chissà cosa avrà voluto dire l’Onorevole Di Stefano, rimproverandolo, con la seguente affermazione ? ”Caro Giuseppe questi commenti non ti fanno onore, spesso a sputare per aria si rischia di sporcarsi perché ognuno ha i suoi Santarelli ogni giorno…..a rischio e su queste cose non si fanno speculazioni”. Santarelli chi ? E’ forse una persona o un gruppo che esiste e di cui non sappiamo nulla o che altro ?. Totò avrebbe detto “ma ci faccia il piacere”.

Caro Zito non voglio aprire un contenzioso politico con Te, sarebbe come sparare su un’autoambulanza, ma voglio replicare ricordando ai cittadini alcune cosette rappresentate da atti e non da chiacchiere che forse continui ad ignorare :

Piano Regolatore Generale , non è colpa nostra, se per la pianificazione del territorio avete utilizzato lo strumento sbagliato contravvenendo, di fatto, alle normative vigenti in materia e scatenando una pioggia di ricorsi compresa la richiesta, da parte dell’ Area Metropolitana di Roma, di annullamento della delibera in autotutela ma, naturalmente, questo non lo dici;

Non è colpa nostra se coscienti del vincolo militare nella zona Prato del Cavaliere, dove dovrebbe sorgere il centro commerciale misto poco artigianale , avete approvato ugualmente senza tenerne conto causandone il blocco e probabilmente il rifacimento del progetto stesso;

Non è colpa nostra se per il finanziamento del lungomare Navigatori degli Etruschi non avete presentato la documentazione necessaria a corredo della richiesta per la regolare erogazione e avete stipulato, alcuni mesi dopo, un contratto di comodato in maniera alquanto anomala;

Non è colpa nostra se probabilmente si è tentato di rifare una strada alla Società Ostilia, rientrante nelle opere di urbanizzazione spettanti alla stessa e non alle tasche dei cittadini;

Non è colpa nostra se voi avete deciso solo oggi di mettere mano al depuratore di Campo di Mare, nonostante già’ dal lontano 2014 sapevate essere non proprio funzionante;

Non è colpa nostra se proseguite a fare dei lavori in danno alla Società Ostilia, che attualmente ammonterebbero a circa un milione di euro, probabilmente non rispettando le procedure per il recupero degli stessi;

Non è colpa nostra se si tenta di portare in Consiglio Comunale un debito fuori bilancio di circa 170.000,00 euro privo di attestazione di conformità dei lavori e ,quindi, di conseguenza bloccato dai Revisori dei Conti;

Non è colpa nostra se si approvano esosi debiti fuori bilancio, nonostante il probabile mancato rispetto delle convenzioni che disciplinano i rapporti tra il Comune e Società private e probabilmente consentendo ai beneficiati di vendere la società senza più pendenze;

Non è colpa nostra se si spendono soldi pubblici su terreni privati (percorso di Lawerence) ,senza avere firmato preventivamente la convenzione necessaria per legge;

Non è colpa nostra se l’assessore all’ambiente e il Sindaco dichiarano di avere costruito un ponticello in legno, di cui aspettiamo ancora le conformità e collaudi, e proprio tu, caro Zito, in Consiglio Comunale li smentisci dichiarando che il Comune non lo ha neanche ordinato. Chi dice la verità? ;

Non è colpa nostra se per la costruzione del nuovo cimitero, avete preso in carico e quindi avallato un progetto imprenditoriale privato malgrado la destinazione del terreno proposto (agricolo del valore di circa 50.000 euro) ancora da acquistare e che guarda caso dopo la richiesta di integrazione del Comune è stato acquistato a 219.000,00 euro e che nelle dichiarazioni documentali arrivato fino a 400.000 euro;

Non è colpa nostra se non sono state applicate le penali necessarie se non addirittura la risoluzione del contratto, nonostante il Sindaco e il Vice Sindaco abbiano dichiarato la non funzionalità della gestione dell’appalto della nettezza urbana.

Non è colpa nostra se durante la scorsa campagna elettorale non sono state bloccate alcune situazioni presumibilmente alquanto anomale inerenti un presunto scambio di voto di un vs. attuale membro della maggioranza nonostante l’ammissione di una funzionaria del Comune di Cerveteri;

Per quanto concerne gli accadimenti politici e i relativi provvedimenti cautelari assunti dalla Procura della Repubblica di Roma nei confronti del consigliere Adriano Palozzi che hai volutamente e indegnamente strumentalizzato senza approfondire i fatti, dimostrando scarso acume politico e autocritica, posso solo dire che si sta parlando di una persona che conosco politicamente come seria, impegnata e trasparente prima ancora che valido amministratore e sono certo che l’autorità giudiziaria, in cui ripongo la più totale fiducia, svolgerà velocemente i dovuti accertamenti con la professionalità e correttezza che la contraddistingue, per consentire all’amministrazione regionale di continuare a svolgere le proprie funzioni, nella pienezza dei suoi poteri facendo chiarezza al più presto sulla posizione del consigliere azzerando ogni accusa in merito.

Con ogni riserva di tutela nelle opportune sedi”.

Salvatore Orsomando

Consigliere Comune di Cerveteri

Pubblicato giovedì, 14 giugno 2018 @ 17:03:21     © RIPRODUZIONE RISERVATA