Operazione Zebra: strisce pedonali sbiadite e protezione dei pedoni, l'iniziativa sui social - Terzo Binario News

di Claudio Bellumori

“A Roma non esistono isole felici”. Più che un commento, un’amara constatazione. Non di rado in città le strisce pedonali sono sbiadite o cancellate. Da qui l’idea: raccogliere immagini e, perché no, produrre un dossier in cui coinvolgere associazioni e comitati.

Operazione Zebra nasce con questo proposito. A parlarne, a Terzo Binario, è Massimiliano Di Giorgio, giornalista e tra gli ideatori dell’iniziativa: “Raccogliamo segnalazioni che arrivano da più zone. Il problema c’è ed è evidente, riguarda l’Amministrazione Raggi ma anche le precedenti”.

L’obiettivo, spiega Di Giorgio, è “sensibilizzare il più possibile sul fronte della mobilità. Il pedone è la figura più vulnerabile. Con Operazione Zebra intendiamo porre l’attenzione sui punti critici della Capitale”.

I contributi, in tal senso, non mancano. Lungo via del Trullo, per esempio, c’è un attraversamento fantasma: “Le strisce sono cancellate, non ci sono cartelli né segnalazioni particolari, il passaggio non è illuminato a dovere.
In quel tratto le auto e le moto arrivano veloci, quindi i rischi per i pedoni aumentano considerevolmente”.

A piazza Asti non va meglio: “I passaggi pedonali sbiadiscono e non sono segnalati a dovere, cosa che è molto diffusa nella Capitale e rappresenta un pericolo per chi deve attraversare”.

Infine c’è chi, nel male, provare a riderci sopra. Come a piazza Epiro, zona San Giovanni: “Alcuni volenterosi cittadini, non privi di senso dell’umorismo, hanno decorato un passaggio pedonale interrotto, per una buca mai riparata, con un peluche di Gatto Silvestro e la scritta ‘non date da mangiare a Silvestro’. Nessuno è mai intervenuto. Anzi, il luogo a fianco del mercato sta diventando una piccola discarica”.

Pubblicato martedì, 2 Aprile 2019 @ 11:01:19     © RIPRODUZIONE RISERVATA