Omissione d'ufficio: assoluzione per Giuliano Sala - Terzo Binario News

“Oggi la mia pazienza, quella della mia famiglia, la forza che mi hanno dato i miei amici e tutti coloro che non hanno formulato un giudizio prima della conclusione dei procedimenti, aggiunge un altro punto positivo.

Mi riferisco alla odierna sentenza di assoluzione ( ancora, direte voi!) emessa dal Tribunale Penale di Civitavecchia a seguito di un procedimento penale per omissione d’ufficio durato 5 anni, dove le parti civile erano il cittadino Cimaglia e suo figlio Andrea.

La formula è di assoluzione, “perché il fatto non sussiste”.

Tutto promana da una denuncia relativa alla presunta omissione da me commessa, perché non avrei rimosso nei tempi e per ragioni che ancora non si comprendono, ben 45 Kg. tra calcinacci e tre blocchetti di poroton, dalla più importante ed utilizzata strada oggetto di attenzione, quale Via del Sassone/Salerno/Reggio Calabria!! La quantità di calcinacci che avrebbe, secondo la parte civile Cimaglia Arturo ed Andrea difesi dall’Avv. Francesco Bianchi, creato loro un danno, lo potete visivamente notare nella foto che ho postato.

Ma ormai siamo ad una “deriva di assoluzioni “ che subisco favorevolmente , dopo che per anni il sottoscritto e i rappresentanti delle amministrazioni Sala che si sono susseguite nel tempo con il consenso degli elettori, oltre ad alcuni dipendenti comunali denunciati quotidianamente, in un delirio di persecuzione , hanno subito tutto questo, secondo un filo logico che doveva portare a quello che poi è successo: metter la mia amministrazione nella condizione di doversi dimettere il 30/11/2015, portando al governo di Bracciano coloro che oggi l’amministrano, nel modo che tutti i cittadini possono vedere!

I miei sentimenti sono sempre gli stessi : consapevolezza di aver operato seguendo la linea del corretto agire istituzionale, equilibrio nelle decisioni e, come sempre, ricerca nell’azione politico-amministrativa della cosa pubblica, dell’interesse di tutti i cittadini.

Chi vuole comprendere, comprende.
La legalità, qualora violata, la ripristinano i giudici ed oggi sono le sentenze a parlare”.

Così in una nota Giuliano Sala

Pubblicato martedì, 11 20 Giugno19 @ 16:22:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA