Oltre 2000 ragazzi hanno festeggiato la scuola a Viterbo: colori, musica e riflessioni - Terzo Binario News

Sono stati più di 2000 i ragazzi che questa mattina hanno festeggiato la chiusura della scuola a Viterbo al grido di “Evviva la scuola “.

Una piazza, quella del Plebiscito, come  non si era mai vista prima.

 Piena di colori, musica e temi importanti da mettere al centro: bellezza, legalità, cura, donna per un’agorà in cui lasciare spazio ai giovani e alla loro creatività.

Sono ormai moltissimi i comuni della provincia di Viterbo ad aver aderito all’iniziativa “Giovani e Colori” organizzata dall’Associazione Juppiter, una maniera originale e divertente di concludere l’anno scolastico. 

L’idea è quella di portare la scuola al centro della città, di farla uscire dalle proprie mura e ad essere protagonista .

Per questo motivo oggi alle 9 in punto in piazza San Sisto in ordine dal più piccolo al più grande, gli studenti degli Istituti Canevari, Merlini, Vanni e Volta accompagnati dai ragazzi dell’Istituto superiore Orioli hanno sfilato in corteo, insieme alle loro insegnanti, e letteralmente invaso la città.

Moltissime le istituzioni intervenute e che hanno fortemente voluto lo svolgimento di questo evento, realizzato proprio nel cuore della città di Viterbo, è stato il sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, il primo a mettere al centro il tema della mattinata: l’educazione all’amore e quindi la difesa della donna,è intervenuto subito dopo di lui, Mons. Lino Fumagalli Vescovo di Viterbo.

Ha concluso il Prefetto Giovanni Bruno con vicino le forze dell’ordine rappresentate dal questore Massimo Macera per la Polizia di Stato, il comandante Giuseppe Palma per i carabinieri, Giosuè Colella comandante della Guardia di Finanza, tutti insieme per stringersi in un grande abbraccio con i giovani della città.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Juppiter in collaborazione con il Comune di Viterbo e rappresenta l’inizio di un percorso di grande impegno sul tema dell’Educazione all’Amore. 

E’ la prima su Viterbo di una lunga serie di iniziative che coinvolgeranno tutta la città all’interno di un progetto sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità dal titolo “Educare l’amore”. 

“Viterbo – dice Salvatore Regoli, presidente di Juppiter – merita questa bellezza, i ragazzi di questa città possono essere una risorsa unica per il nostro futuro.

 Rappresentano una grande speranza. Oggi, scendendo in piazza e colorando il centro della città hanno ribadito la loro voglia di raccontare cosa siano la legalità, l’amicizia, il rispetto e l’amore. Ho grande fiducia che questo percorso possa essere la maniera giusta per provare  a costruire un clima nuovo intorno alle fragilità.”

Pubblicato venerdì, 7 Giugno 2019 @ 17:20:28     © RIPRODUZIONE RISERVATA