Montalto di Castro, Corniglia (M5S): “Riandiamo a votare” - Terzo Binario News

Dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Montalto di Castro, Francesco Corniglia, riceviamo e pubblichiamo:

A noi sinceramente dei guai giudiziari di Sergio Caci importa poco. A noi importa di Montalto. Può dichiarare di essere un perseguitato o una vittima ma il risultato non cambia. È sospeso e non fa il sindaco dal 28 novembre 2019 a seguito della condanna in primo grado a tre anni e due mesi.

Nel frattempo Montalto vive una situazione di difficoltà mai vista prima. Politicamente la Giunta ha perso due quinti dei suoi membri, lo stesso Caci e Fedele passato in opposizione. Adesso sono in quattro e la guida il vicesindaco Benni dopo un rimpasto di deleghe, con Corona passato dai lavori pubblici allo sport e con l’ingresso di Valentini che è anche presidente del Consiglio comunale, con buona pace dei diritti delle minoranze vista la revoca delle commissioni consiliari.

I risultati delle votazioni di tre anni fa sono stravolte. I cittadini hanno eletto direttamente un sindaco e adesso ci troviamo alla guida del paese un vicesindaco (nominato dal sindaco), la lista antagonista “un’altra storia” capeggiata da Lucherini si è spaccata quasi subito e adesso voci sempre più insistenti e da verificare danno lo stesso in appoggio alla maggioranza. Una maggioranza in cui due consiglieri hanno rinunciato alle deleghe, Socciarelli passata in opposizione e Goddi rimasta in maggioranza.

Una maggioranza in cui troviamo Valentini e Nardi ex oppositori di Caci nel 2012 che adesso vanno a braccetto e condividono proposte per il futuro. E poi gli attaccati alle poltrone sono solo in parlamento? Riandiamo a votare e diamo la parola ai cittadini che nel comune il Sindaco lo eleggono direttamente loro.

Dicevamo il futuro, sono in grado di progettare un futuro per Montalto? Per noi sicuramente no e a poco vale il riferimento di Caci ai soldi di Enel, oramai ci siamo già passati con Roma Vetus. Concludiamo con una curiosità, Caci quando afferma: “Mi sacrifico, ma chi sta sbagliando, sia egli consapevole o inconsapevole, verrà chiamato a rispondere delle proprie azioni” e… “Non permetterò che azioni esterne o interessi colpiti, modifichino il sentimento e il voto popolare”, cosa intende? Quali sono gli oscuri poteri che lo attaccano e vogliono la sua testa?  Ma non sarebbe più semplice dimettersi e far votare i montaltesi? Un saggio proverbio dice… morto un papa se ne fa un altro.

Corniglia Francesco – Consigliere comunale M5Stelle Montalto di Castro

Pubblicato lunedì, 29 Giugno 2020 @ 16:41:35     © RIPRODUZIONE RISERVATA