Montagne russe fra Tolfa e Montefiascone, la spuntano i biancorossi con Mojoli: 5-4 - Terzo Binario News

L’esterno dedica il gol decisivo a nonna Maria Antonietta scomparsa in settimana

Partita incredibile ad Allumiere dove il Tolfa vince 5-4 dopo essere andato sul 4-1, fattosi riprendere fino al 4-4 e infine trovando lo spunto decisivo con Giordano Mojoli. Il caso ha voluto che l’esterno sinistro segnasse pochi giorni dopo la scomparsa di nonna Maria Antonietta, a cui il giocatore ha dedicato la rete.

Quello di ieri per i collinari è il primo successo collinare nel girone A di Promozione.

Per la quinta giornata è salito alla Cavaccia il Montefiascone, che fino adesso aveva disputato tutte e quattro le partite precedenti. Mister Andrea Pacenza cambia tutto a cominciare dal modulo: si passa dal 3-5-2 al 4-4-2 e di conseguenza è rivoluzione negli uomini.

A causa delle assenze forzate di Superchi, per una piccola lesione muscolare e Morasca, infortunato a un dito del piede, vanno in campo Nunziata, Mezzetti e Remondini esterni, con Cornacchia e Montironi centrali; a centrocampo ecco Stefanini che affianca capitan Mecucci, con Marconi e Campari sulle fasce; davanti la coppia d’attacco è inedita con Compagnucci e Leonardi (“Sapevo che un’ora di gioco nelle gambe ce l’aveva e ha dimostrato di esserci muovendosi molto e disputando un’ottima partita di personalità gol a parte, così come Compagnucci> commenta l’allenatore).

Si inizia con il timbro esso sulla partita da Compagnucci già al 6’ con l’attaccante che raccoglie alla perfezione il cross sul palo vicino di uno scatenato Campari. Medori al 14’ pareggia per l’undici falisco. A trovare il secondo vantaggio è proprio Campari al 37’ con una bella conclusione dal limite che bacia il palo e si insacca. Nella ripresa l’esterno ex Csl subisce il fallo da rigore: sul dischetto va Leonardi che segna il suo primo gol in biancorosso al 4’. Passano dieci minuti e l’ex centravanti dell’Ottavia firma il 4-1 con un movimento efficace in area. I tolfetani pensano che la gara sia finita, il Montefiascone no e segna tre reti in nove minuti, due volte con Brachini e ancora con Medori. Rimedia Mojoli in mischia al terzo di recupero, scampando lo spettro di un pareggio assurdo. Espulso Montironi dopo un minuto per doppia ammonizione. A metà fra il furioso e il contento Andrea Pacenza: “Alla fine si è sfangata e capisco che partite del genere possano capitare. Non tollero il modo in cui si è gestita la partita su 4-1>.

Infine la Csl, che al Tamagnini cede per 2-1 al Fregene Maccarese. Al secondo minuto di recupero della ripresa la rete della bandiera messa a segno da Carrubba.

Pubblicato lunedì, 26 Ottobre 2020 @ 11:53:38     © RIPRODUZIONE RISERVATA