Monnezza Capitale, la Califano: "La Raggi rigira la frittata, si faccia commissariare" - Terzo Binario News

“Dopo il degrado e l’incuria in cui versa Roma, la cosa che più lascia di stucco in questa guerra dei rifiuti messa in piedi dalla sindaca Raggi, è il delirante stravolgimento della realtà dei fatti. Qui davvero non si capisce se sia una mossa politica o ci sia in fondo dell’altro.

Forse la Raggi non se n’è mai accorta. Ma tantissimi Comuni del Lazio da decenni ospitano i rifiuti di Roma. E non c’è nulla di male, visto che Roma è un patrimonio di tutti.

Il problema è che questa guerra tra Provincia e Roma non c’è mai stata, perché qualsiasi amministrazione che si sia succeduta a Roma aveva un’idea e un piano per i propri rifiuti. Qui invece non c’è nulla.

La Regione Lazio sa benissimo cosa fare e come farlo. Lo sapeva anche la Città Metropolitana prima che lei si insediasse. Non a caso la differenziata e il porta a porta in questi Comuni sono a livelli record.

Qui l’unica che non fa i compiti a casa è proprio la sindaca. Perché pur con tutte le difficoltà di raccolta rifiuti, la differenziata a Roma diminuisce invece di aumentare?

Allora un conto è lavorare tutti insieme per evitare che la Capitale d’Italia venga sommersa dai rifiuti. Un altro è accollarsi sulle spalle le sue incapacità. Capisco benissimo la sua frustrazione: da maestrina che bacchettava tutti a ultima della classe. Non è il massimo. Noi però possiamo al massimo passarle il ‘compito in classe’. Ma se non riesce nemmeno a copiare allora che qualcuno la commissari”.

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Lazio, Michela Califano

Pubblicato venerdì, 6 Dicembre 2019 @ 13:52:42     © RIPRODUZIONE RISERVATA