Monnezza Capitale, Bracciano si ribella. Tondinelli: "Non paghiamo per l'incapacità della Raggi" - Terzo Binario News

“Bracciano non pagherà il prezzo dell’incapacità del Sindaco di Roma Virginia Raggi e del Governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Sono pronto a
scendere in piazza con tutta Bracciano”. Il Sindaco di Bracciano
Armando Tondinelli annuncia la mobilitazione civile e popolare conto
ogni ipotesi di allestire a Bracciano un sito di trasferenza per
custodire i rifiuti della Capitale, a causa del “gioco allo
scaricabarile Raggi-Zingaretti” .

La dura presa di posizione del Sindaco di Bracciano è un secco altolà
all’Ama del Comune di Roma e alla Regione in vista di una riunione
prevista per martedì 10 dicembre alla quale parteciperà anche il
Ministero della Difesa che, secondo le indiscrezioni riferite da Il
Messaggero
di oggi, ha comunicato alla municipalizzata comunale e alla Regione
di poter mettere a disposizione aree di propria pertinenza – tra
cui una a Bracciano – per trasformarle in siti di trasferenza dei
rifiuti di Roma.

Ma
non soltanto. Secondo il quotidiano, Bracciano non sarebbe indicata
esclusivamente come uno dei siti dove si intendono parcheggiare e
stoccare i rifiuti di Roma: l’Amministratore unico di Ama Stefano
Zaghis intenderebbe utilizzare il sito braccianese, oltre che per la
trasferenza, anche come possibile luogo dove costruire grandi
impianti e strutture di trattamento dell’immondizia: tritovagliatori
e Tmb.

In
vista dell’incontro di martedì in Regione, Tondinelli ribadisce:“Non
permetteremo che la colpa dell’inettitudine di Raggi e di Zingaretti
ricada sul nostro territorio: non consentiremo che Bracciano diventi
la discarica delle loro beghe, delle loro furbizie e della spazzatura
della Capitale, precipitata nella più grave emergenza rifiuti di
sempre a causa della loro sconsiderata irresponsabilità e dei loro
contrasti”.

Pubblicato sabato, 7 Dicembre 2019 @ 13:37:10     © RIPRODUZIONE RISERVATA