L'opposizione di Allumiere su concorsopoli: "Silenzio dalla maggioranza" - Terzo Binario News

“Il sindaco Pasquini risponde alla richiesta di dimissioni usando il termine “provocazione”. Forse è troppo abituato alle informalità delle amicizie romane, ma la richiesta dell’opposizione non è una provocazione, né tantomeno uno scherzo.

È una richiesta seria, che si pone a tutela dell’interesse dei cittadini ed è una richiesta che Pasquini dovrebbe tenere in altrettanto seria considerazione.

Si è dimesso il Presidente del Consiglio Regionale Mauro Buschini per l’inopportunità politica seguita alle assunzioni derivate dal concorso che ha bandito Pasquini e Pasquini rimane in carica? E in quale mondo, in quale paese civile avviene una cosa del genere?

Ma quello che lascia interdetti maggiormente è l’assoluto silenzio che si leva da parte della maggioranza a sostegno di Pasquini.

Ricapitolando, hanno gridato allo scandalo testate nazionali come “Il Fatto Quotidiano”, “La Repubblica”, “La Verità”, “Il Giornale”, ne hanno parlato trasmissioni televisive come “Fuori dal coro” di Mario Giordano, addirittura “RaiNews24” ha pubblicato le dimissioni di Buschini nel sottopancia dell’ultim’ora, ma ad Allumiere regna il silenzio.

Possibile che di fronte a tanto clamore mediatico nessuno abbia sentito la necessità di chiedere chiarezza al Sindaco sulla vicenda? La “maggioranza silenziosa” rimane trincerata dietro al paravento del Sindaco e chiusa nel suo mutismo politico. Nessuno osa proferire parola alcuna.

E la giunta? E il fu Movimento Fontana Tonna, che aveva stretto l’alleanza col PD per cambiarlo dall’interno? Anche loro allineati e coperti. Tutto tace. Solo il PD di Allumiere, dopo tre anni di assenza dal dibattito pubblico, si è prodigato in un comunicato a sostegno di Pasquini, e neanche dalla fantomatica sinistra del PD si è alzato un timido ditino che chiedesse delucidazioni.

Pasquini e il PD hanno dichiarato che queste notizie hanno danneggiato la nostra comunità, ma l’atteggiamento silente e imbarazzato di chi avrebbe, invece, il dovere di parlare e di spiegare a tutti i cittadini come stanno effettivamente le cose, è ancora più nocivo e dannoso da quel punto di vista, poiché reca l’immagine di una classe dirigente timida e incapace di assumersi le responsabilità che il ruolo le richiede.

Questo sì che nuoce all’immagine del paese. Restiamo in attesa, quindi, di qualche folgorazione sulla via di Damasco che faccia uscire la voce di bocca a qualcuno, che sia un consigliere, un assessore o un segretario di partito (se c’è), e rinnoviamo a Pasquini il dovere morale di dimettersi immediatamente.

Nel dimettersi, Buschini ha almeno dimostrato responsabilità, ma se Pasquini rimane così attaccato alla poltrona, resta inevasa una domanda: ma allora perché Buschini si è dimesso?”

I CONSIGLIERI COMUNALI
SIMONE CECCARELLI (LeU)
GIOVANNI SGAMMA (FI)
ALESSIO SGRISCIA (FDI)
ROBERTO TARANTA (M5S)

Pubblicato giovedì, 8 Aprile 2021 @ 11:17:36     © RIPRODUZIONE RISERVATA