Lezioni di romeno a Ladispoli, una lettrice 15enne: "Insegnate ai vostri figli che la diversità non esiste" - Terzo Binario News

scuolaRiceviamo e volentieri pubblichiamo una splendida lettera da una giovane lettrice di 15 anni che ha voluto dire la sua opinione sulle lezioni di romeno alla “Corrado Melone”

Le voci, a volte, corrono come fossero schegge impazzite, le malelingue cercano imperterrite di farsi strada tra di noi, i nostri pensieri, il nostro punto di vista, il proprio modo di vedere il mondo e chi ne fa parte.

La massiccia dose di emozioni e sensazioni generata al termine di questo ciclo di parole, giudizi e disumane considerazioni, risulta satura di odio e priva di tolleranza, ingrediente fondamentale per il quieto vivere della società contemporanea.

Nonostante nel mondo si soffra la fame e per questo milioni di uomini, donne e bambini muoiano, si assista a guerre, persecuzioni, grida, lacrime e lamenti disperati di un padre e una madre che non riescono a portare avanti una famiglia, il ”problema” fondamentale della gran parte della popolazione ladispolense è, oggigiorno, il corso di lingua e cultura romena promosso dall’Istituto Comprensivo Corrado Melone.

Ma qual è la spiegazione che si cela dietro tante avversioni, odio e discriminazioni?
Per quale motivo alcune mamme respingono infastidite l’iniziativa proposta?
Come mai dopo tutto questo il clima si è fatto più cupo, ricco di razzismo, ed intollerenza? E soprattutto, per quale sorta di motivo quest’ostilità comune fra alcuni cittadini, viene utilizzata come strumento di pubblicità e campagna elettorale da alcune parti politiche?

Trovo inutili, infondati, meschini ed alquanto esagerati tutti questi ”problemi” per una semplice ora a settimana di cultura (diciotto ore annuali) differente da quella che siamo abituati a sentire ogni giorno, e lo dico da quindicenne la cui cerchia d’amici e conoscenti comprende ragazzi/e di qualsiasi colore, nazionalità e ceto sociale.

Penso, inoltre, sia una gran bella iniziativa quella promossa da una scuola illustre come la Corrado Melone, istituto nel quale ho avuto la fortuna di studiare, crescere, maturare e conoscere persone meravigliose.
Esistono problemi, questa volta senza le due virgolette, molto seri nel mondo e nella nostra città, riflettete su quelli invece di fomentare l’odio ed il razzismo in questo modo così ipocrita e maligno.
Insegnate ai vostri figli che la diversità non esiste, che ”siamo tutti solo uomini sotto lo stesso cielo” e che una dose di cultura e conoscenza in più non guasta mai!

Ricordate tutti che troppo sangue e troppe lacrime sono state versate affinchè ci fossero accordati i diritti che abbiamo la fortuna di avere oggi, rammentate sempre che la fratellanza e l’amore sono sentimenti grandi, fondamentali e magnifici e le ostilità invece, solo strumenti di offesa e sopruso.

”Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato la semplice arte di vivere insieme come fratelli”. Martin Luther King.

Romana Ciancamerla

Pubblicato giovedì, 29 Ottobre 2015 @ 16:54:55     © RIPRODUZIONE RISERVATA