Ladispoli scoppia di Covid e Grando tace - Terzo Binario News

Si è atteso – invano – un altro giorno, per vedere se il sindaco Alessandro Grando avesse intenzione di dire qualcosa sul Covid che sta raggiungendo numeri preoccupanti.

Speranza disattesa: ancora silenzio da parte del primo cittadino ladispolano sebbene Ladispoli segni a ieri 85 casi di Covid, risultando il comune più contagiato dell’intera Asl Roma 4 che di città ne deve gestire diverse e di media grandezza.

Eppure da palazzo Falcone qualcosa andrebbe detto perché i cittadini hanno diritto di sapere cosa sta succedendo con i contagi. Perché questa esplosione improvvisa? Perché non invitare i cittadini a comportamenti corretti? Perché non si dice che cosa sia stato messo in piedi con la Asl per fronteggiare la pandemia?

Non solo in città, ma anche la presenza di positivi fra gli ospiti del San Luigi Gonzaga è un dato da tenere in considerazione perché indica come il virus non risparmi niente e nessuno.

Nel maggio scorso Grando si affrettò a pubblicare sui social le multe inflitte ai bagnanti aggiungendo il giorno dopo di come si vergognasse dei suoi concittadini.

Evidentemente il messaggio alla legge&ordine non solo non è passato ma è stato irriso e sbeffeggiato. Tra l’altro – ma sarà sicuramente un caso – la raffica di contagi coincide con l’arrivo a Ladispoli di Carlo Verdone e di una festa di piazza dove di norme Covid non si è preoccupato nessuno.

E sarà sicuramente un caso che la raffica di contagi coincida con la salita sul palco dei negazionisti del consigliere di Fratelli d’Italia Raffaele Cavaliere, con tanto di fascia tricolore in cui ha detto a tutta Italia di vivere una fase di presunta pandemia (salvo poi indossare la mascherina).

Adesso, la raffica di contagiati tra i quali c’è anche l’avversario alla corsa allo scranno di palazzo Falcone Marco Pierini, che ora è tornato a casa terminando lì la sua convalescenza dopo una positività non da terapia intensiva ma con ricovero in ospedale.

Solo un’apparizione in tv a seguito della mamma che da positiva ha organizzato due feste di compleanno per il figlio ma senza dire alcunché.

Ma dal Comune la preoccupazione principale sembra essere quella della campagna elettorale con le scuole ridipinte e l’asfalto posato. Però, in questo caso, si parla eccome.

a.v.

Pubblicato sabato, 17 Ottobre 2020 @ 08:26:18     © RIPRODUZIONE RISERVATA