Ladispoli, sabato in tanti all'inaugurazione del comitato elettorale di Eugenio Patané - Terzo Binario News

Sabato 10 inaugurazione alla grande a Ladispoli del Comitato elettorale di Eugenio Patanè candidato dem alla Regione Lazio, per Nicola Zingaretti Presidente, e l’arrivederci a lunedi 19 febbraio per una giornata che il consigliere regionale uscente dedicherà interamente al territorio. Una serata particolare quella dell’inaugurazione in “concorrenza” con i fasti di Sanremo e gli appuntamenti sportivi sul teleschermo, ma malgrado ciò la sede del Comitato in via Odescalchi 125 ha fatto l’en plein. Volti conosciuti e nuovi sia da Ladispoli che da Cerveteri hanno accolto l’invito di Patanè per sostenerlo nella “rivoluzione gentile” che vuole marciare per i prossimi cinque anni, in Regione, sul percorso virtuoso e positivo già sperimentato ma con nuovi progetti e prospettive costruiti nei territori. Patanè ha riassunto la gestione Zingaretti con una narrazione precisa, dettagliata e seguita con estrema attenzione dai presenti. Ha condotto il nutrito uditorio nelle pieghe di un bilancio nelle sue varie articolazioni tecniche e che praticamente condannava la Regione all’insolvenza, (22 miliardi di debito) una malattia diagnosticata con la necessità della cura giusta. Il buco maggiore da colmare era quello della sanità che di fatto lasciava pochissime risorse a disposizione. Come fare? E’ in questi casi che si vede il livello della classe dirigente politica, quella che in netto contrasto con chi predica demagogicamente “semplificazione, immediatezza, autodeterminazione dei cittadini” giocando sul disorientamento generale, invece si applica responsabilmente, sgobba alla ricerca delle soluzioni per trasformare una Istituzione ridotta alla stregua di un carrozzone in un organismo vivo e produttivo per tutti. Spending revue, trasferimenti dallo Stato riportati ai giusti livelli regionali passando da 500mila euro a unmilione, riscossione degli affitti che per un ammontare di 80mila euro ne entravano 10mila, riforme strutturali come la centrale unica degli acquisti effettuati in passato a La Pisana a compartimenti stagni e con un risparmio annuo di 90milioni di euro, l’accesso per la prima volta ai fondi EU in giacenza, non utilizzati, per un ammontare di 500mila euro e destinati a progetti diversificati come ad esempio il settore dell’audiovisivo e i restyling scolastici. La lista si allunga e merita mediaticamente parlando una nota specifica per informare capillarmente chi il 4 marzo si recherà alle urne e farà la sua scelta elettorale. Soprattutto la voce Sanità non è più in deficit, non produce più un centesimo di disavanzo, dopo dieci anni è fuori dal commissariamento e nuove frontiere si prospettano. Oggettivamente Nicola Zingaretti e la sua squadra di governo hanno “portato il risultato”, per usare un termine aziendale. Un risultato ottenuto coniugando lo spirito “del buon padre di famiglia con le doti manageriali.” All’incontro ha partecipato l’Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Cerveteri, Francesca Cennerilli che dichiara : “Stiamo continuando un percorso iniziato da tempo, fatto di valori, principi, lealtà e democrazia. Tutti insieme, perché insieme si fa la differenza. Ci vediamo il 19”. Tra i rappresentanti del Partito Democratico erano presenti in sala il Consigliere comunale e di Area Metropolitana Federico Ascani che ha condotto la serata, la candidata al Parlamento Silvia Marongiu che nel suo intervento ha fatto appello al voto “fuori dalla rabbia e dalla paura ritrovando il concetto della comunità,” mentre il Segretario Flavio Russoniello ha portato il saluto del Circolo di Ladispoli.

Comitato Nicola Zingaretti Presidente – Ladispoli

Pubblicato lunedì, 12 febbraio 2018 @ 09:21:25     © RIPRODUZIONE RISERVATA