Ladispoli, Progetto Legalità a favore della lista civica per Zingaretti presidente - Terzo Binario News

Riceviamo e pubblichiamo – “Il 4 marzo 2018 è una data importante: nello stesso giorno i cittadini italiani residenti nella Regione Lazio sono chiamati ad esprimere il proprio diritto al voto sia per le elezioni politiche che per il nuovo governatore insieme ai consiglieri dell’assemblea regionale.

Mossi dal senso di responsabilità etico e civile nel far emergere i bisogni dei cittadini e favorire l’incontro con una “Politica del fare” sempre più lontana da falsi interessi, il Movimento civico “Progetto Legalità, Ladispoli città”, appoggia la lista civica per Zingaretti e il candidato Maurizio Zega, scelto e chiamato dallo stesso Zingaretti per poter creare una squadra sinergica che possa proseguire l’azione avviata in questi anni di vera ricostruzione della nostra Regione, rafforzando così il territorio!
Maurizio Zega ha scelto di rispondere alla chiamata con la propria candidatura motivato dalla volontà di contribuire al “risanamento territoriale” soprattutto dal punto di visto socio-sanitario.
Presentarlo è semplice per chi lo ha conosciuto all’opera: 55 anni, coniugato con due figli ed una nipotina, dottore di ricerca in Infermieristica, esercita la professione dal settembre 1983; insegna Scienze Infermieristiche presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Attualmente è Direttore delle professioni sanitarie presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma.
 
Diverse sono le Aziende Ospedaliere presso cui ha lavorato con assiduità e competenza – fra le quali il San Filippo Neri, e il San Camillo – Forlanini – e in Aziende Sanitarie Locali di Roma e Viterbo; è stato dirigente nella Agenzia di Sanità Pubblica del Lazio.
Consigliere nel direttivo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche IPASVI di Roma e nell’elenco degli esperti delle Federazione Nazionale dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche per la ricerca e l’organizzazione, è componente dell’Organismo Indipendente di Valutazione della ASL RM 3 e dell’Advisory Board dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano.
 
Crede e sostiene che i risultati ottenuti dalla gestione Zingaretti della Regione Lazio abbiano garantito ed avviato il ripristino di un’amministrazione efficace mirata a garantire la sussistenza dei servizi pubblici e convenzionati messi a dura prova dalla precedente gestione amministrativa. Certamente, molto resta ancora da fare, con la competenza e l’onestà che devono caratterizzare chi è chiamato al servizio della comunità nel campo politico.

In tal senso, è opportuno ricordare che nel 2013 la Sanità nel Lazio era in una situazione paradossale in quanto, a fronte di una spesa fuori controllo, non garantiva i livelli minimi della soglia standard. Sono stati anni di intenso lavoro in cui la Giunta Zingaretti ha potuto ricostruire con determinazione basi solide fondamentali e propedeutiche al raggiungimento di risultati, sia in campo economico (come evidenziato dall’aumento del rating delle società Internazionali) sia sotto l’aspetto del miglioramento della qualità di vita nell’ambito di tutti i risvolti sociali (trasporti regionali, sanità, equità sociale, lavoro).

L’impegno di Maurizio Zega è quello di cooperare per realizzare interventi della prossima legislatura incentrati imprescindibilmente sulla Società Civile, la Sanità l’Ambiente e i Rifiuti,  argomenti strettamente collegati all’innalzamento della qualità di vita per tutti noi cittadini.
Per la società civile, al fine di evitare ingiustificati respingimenti di disagio sociale sia in relazione ai cosiddetti “nuovi poveri” sia in relazione alle spinte di immigrazione provenienti da altre regioni italiane o da altre nazioni aggravate da povertà o guerra, andrà creato un coordinamento regionale delle realtà “associazionistiche territoriali” che saranno impegnate per evitare la dispersione delle risorse tenendo sotto controllo il fenomeno anche sotto l’aspetto della sicurezza e della percezione della stessa da parte dei cittadini.

In ambito sanitario, in questi anni la buona amministrazione della Giunta Zingaretti ha di fatto azzerato l’enorme debito provocato dalle ruberie consumate nei decenni precedenti nelle aziende sanitarie. La sostenibilità va quindi di pari passo con la legalità e la gestione onesta delle aziende sanitarie.

A favore, quindi, della Sanità l’impegno ormai preso da Nicola Zingaretti prevede assunzioni di 5000 operatori nella sanità regionale. Non solo: Maurizio Zega intende contribuire e si impegna per questo con le proprie competenze a potenziare e ampliare le 16 Case della Salute, ossia le strutture apposite per i cittadini allo scopo di soddisfare le esigenze più immediate di cura ormai divenute essenziali punti di riferimento.
Tema basilare del programma di Zega è infatti l’Ambiente, la cui tutela è funzionale ad una Sanità Pubblica sostenibile, operando come prevenzione delle malattie maggiormente diffuse (polmonari e cardiovascolari) oltre che delle malattie in genere. Basti pensare all’interrelazione, quantificata da anni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, tra l’inquinamento dell’aria e le malattie cardiocircolatorie e respiratorie, così come all’effetto decisivo che le Politiche dei Trasporti hanno sulla qualità dell’aria.

In ultimo, per quanto riguarda l’altro grande tema dei rifiuti, la loro gestione va affrontata, riprendendo il piano regionale e proponendo (come avviene in tutta Europa, ad es. a Vienna, Berlino, Parigi, Londra, Brescia, Milano, Torino, Francoforte, Amburgo, Copenhagen, Bruxelles, Bolzano, Monaco, Madrid, Barcellona, Stoccolma, Oslo, Trieste, Berna, Zurigo, Losanna, Ginevra, Amsterdam…) un sistema articolato che affianchi alla raccolta differenziata (obiettivo di legge 65%), un sistema di discariche per il recupero energetico mediante termovalorizzazione.

Tutti questi sono i motivi per cui chi scrive sostiene e crede che Maurizio Zega sia la persona che più rappresenti il candidato ideale. Lavorare nella sua equìpe in progetti concreti a servizio dei cittadini, mi ha permesso di apprezzare e riconoscere le sue competenze e i saldi valori che contribuiscono a rendere valida la sua professionalità. E’ un uomo che crede nel cambiamento e nella forza di tanti operatori che si prodigano ogni giorno alla cura delle persone.
Concludendo, è importante darci la possibilità di essere rappresentati da chi vuole lavorare per migliorare la Sanità (e non solo!) nel Lazio: Maurizio Zega si impegna sin d’ora a tutelare e rafforzare il servizio sanitario sul nostro territorio a vantaggio della salute per tutti”.

Giuseppe Corbo
Progetto Legalità – Ladispoli Città

Pubblicato sabato, 17 febbraio 2018 @ 17:43:17     © RIPRODUZIONE RISERVATA