Ladispoli, Milani replica all'Anpi: "Non vieterò nessun conferenza" - Terzo Binario News

“La libertà è un concetto ampio e profondo e non può essere sfruttato secondo convenienza.

Non può essere piegato ai propri fini, ritenendolo un principio irrinunciabile se si deve esporre la propria idea e mutare atteggiamento se a esporre è qualcun altro.

Da storico, io voglio sentire tutti, voglio approfondire e confrontarmi con chiunque e, nel caso, convincere con la dialettica e la ragione il mio antagonista.

Da storico ma anche da Assessore.

L’ANPI non tollera una conferenza sul tema dei vinti?

Ce ne faremo una ragione. E tiriamo avanti.

Il nostro Paese, nel dopoguerra, ha attraversato decenni terribili durante i quali ha rischiato di soccombere e di accogliere la nefasta ideologia comunista.

La “libertà” conquistata sul campo ci ha offerto in sacrificio al vincitore tra i vincitori, il capitalismo, trasformandoci in una colonia yankee, mentre altri Paesi (più fortunati? Più sfortunati? Questione di opinioni…) hanno dovuto soccombere alla stella vermiglia e al giogo comunista, responsabile di milioni di morti.

Sono i vincitori a fare la storia e, aggiungo io, a fare la società in cui si vive.

E voglio citare anche io Dario Fo, superbo uomo di cultura da me molto amato, come esempio di potere, tanto da poter attuare il “Soccorso Rosso Militante” a beneficio, tra gli altri, anche dei terroristi rossi, senza subire alcuna conseguenza.

La storia è una, le visioni che si hanno di essa, molteplici.

Finché lo “scontro” è dialettico e pacifico non permetterò a nessuno di vietare questa o quella conferenza.

Tanto meno all’ANPI.

Invito pertanto tutti a partecipare alla conferenza di mercoledì 26 febbraio, ore 16.00, presso la Biblioteca Comunale, dal titolo “La voce dei vinti” a cura di Gianluca Zanella.

Marco Milani

Pubblicato lunedì, 24 Febbraio 2020 @ 21:06:28     © RIPRODUZIONE RISERVATA