Ladispoli, Milani replica a Terzobinario: "Scelta l'oculatezza in nome del bilancio" - Terzo Binario News

“L’articolo a firma Alessio Vallerga, dal titolo “Estate dei no a Ladispoli: da Jova a Salvini, Enrique Iglesias solo per il russo e nemmeno i fuochi d’artificio” è astutamente artificioso nel momento in cui porta a paragone il caso Jovanotti (del quale ben si conoscono i contorni), il cambio di programma di Salvini (visto il momento politico nazionale del tutto giustificato), la presenza di Iglesias (voluto e pagato dal russo varie centinaia di migliaia di euro),il Castello di S,Severa (organizzato e finanziato ad Laziocrea) e Tolfarte (alla 15^ edizione) con Ladispoli.

E fa specie che una testata da sempre attenta e scrupolosa su costi e spese delle amministrazioni pubbliche agiti il vessillo dei grandi nomi in un momento in cui vi è una attenzione massima su spese e sprechi di danaro pubblico.
Ladispoli ha preferito l’oculatezza e la politica dei piccoli passi e da due anni, praticamente con una manciata di migliaia di euro, si è offerto un cartellone estivo dignitoso e di tutto rispetto, privilegiando gli artisti locali e coprendo tutto il periodo estivo.
Tutto ciò contrattando sui cento euro, risparmiando come fa un buon padre di famiglia, in attesa di tempi migliori. E ce n’è voluta di inventiva e di creatività!
Abbiamo utilizzato ogni tipo di risorsa, dai contributi regionali agli sponsor, sempre sul filo di lana, trovandoci in difficoltà per un ritardato pagamento o per il ritiro di uno sponsor. Il tutto in attesa di poter offrire i grandi nomi. Grandi nomi e grandi eventi che arriveranno, ha ragione la Lazzeri, probabilmente già l’anno prossimo, quando i nostri sacrifici saranno ripagati, avendo già più che dimezzato il buco di bilancio.
E consideri, il cronista, che per quanti ora criticano per l’assenza di grandi nomi, altrettanti ci chiedevano e ci chiedono di tagliare ulteriormente le spese per gli spettacoli e destinarli altrove. Naturalmente cosa che non condivido. Però ci chiedono anche questo…
Passano così in secondo piano il recupero, il ritorno all’agibilità e oltre un mese di grandi eventi della Grottaccia, il tutto con tremila euro, grazie alla collaborazione con associazioni culturali ammirevoli.
Passa in secondo piano una stagione concertistica annuale a costo zero, grazie alla collaborazione con il maestro Bacci e l’Orchestra Freccia.
Passa in secondo piano che abbiamo destagionalizzato turismo e cultura offrendo ininterrottamente eventi per tutto l’anno, risparmiando sui centesimi, trattando la cosa pubblica con ancor più attenzione di quella privata.
Ci accusano di non aver portato grandi nomi? Io rispondo orgogliosamente che abbiamo offerto fino ad oggi due anni di eventi turistici e culturali di tutto rispetto, spendendo poco e seminando molto.
Quando fra tre anni mostreremo bilanci in ordine e grandi nomi ne riparleremo.
E intanto godiamoci questa parte finale di estate con tanto divertimento e un cartellone pieno di eventi importanti e gioiosi.
Buon Ferragosto”.

Marco Milani

L’assessore Marco Milani fa il suo mestiere, difendendo il suo operato. L’analisi non era rivolta a lui ma all’Amministrazione tutta, estremamente legata al locale ma evidentemente non avvezza alla visione panoramica. Che il bilancio vada messo in ordine non si discute come non si discute la trattativa al centesimo ma neanche si può discutere che l’estate per una località balneare rappresenta un’occasione promozionale ghiottissima. In questo senso, per Ladispoli il treno è passato senza salirci sopra. A detta del cronista certo e a detta degli stessi ladispolani, rimasti delusi appena alzato lo sguardo altrove. Nessuno dei comuni citati naviga nell’oro e nessuno ha parlato di grandi nomi da portare, ma si è parlato di idee. Idee che Tolfa, la realtà più piccola di quelle citate che neanche si affaccia sul mare, ha messo insieme senza gravare sulle casse comunali. Nomi eclatanti in collina? Zero, a fronte di 50mila presenze e un paese che con gli introiti di tre giorni andrà avanti per mesi sentendosi parte integrante dell’evento. La scelta di puntare tutto sulle realtà cittadine paga nel breve periodo ma serve altro. Non c’è dubbio che l’assessore Milani ne sia cosciente e che sia già al lavoro in tal senso.

a.v.

Pubblicato giovedì, 15 Agosto 2019 @ 11:38:05     © RIPRODUZIONE RISERVATA