Ladispoli, Loddo sui punteggi delle case popolari: "Serve chiarezza" - Terzo Binario News

“Un nostro Cittadino mi ha mostrato la raccomandata che gli è stata inviata dal competente ufficio per l’attribuzione dell’identificativo e del punteggio provvisorio – per la costituzione di una graduatoria finalizzata all’assegnazione di alloggi “popolari” – e ho notato alcune cose che, secondo me, dovrebbero essere approfondite e riviste:

• Sarebbe utile, direi indispensabile, per il partecipante al bando di conoscere nell’attribuzione del punteggio provvisorio, il massimo ottenibile – ovvero ad esempio uno ha ottenuto il punteggio di 4 e dovrebbe essere indicato anche il massimo ottenibile – 4/10, 4/100 ecc.
• Il termine di 5 giorni consecutivi è assolutamente insufficiente per dare la possibilità al destinatario della comunicazione di approfondire con cognizione di causa il contenuto della missiva e di verificare la corretta attribuzione del punteggio. E’ evidente che la quasi totalità si è avvalsa di consulenti per la presentazione dell’istanza.
Chiedo pertanto che siano rettificate le comunicazioni già inviate, tenendo conto di quanto come sopra esposto e che sia dato un termine più ampio, almeno 10 giorni lavorativi, per presentare ricorso.

E’ inutile rammentare che essendo l’assegnazione di alloggi popolari un argomento sensibile sia sotto il profilo sociale che economico occorre nell’agire, prudenza, e comunicazione chiara”.

Giuseppe Loddo – Si Può Fare

Pubblicato mercoledì, 9 Ottobre 2019 @ 18:05:19     © RIPRODUZIONE RISERVATA