Ladispoli intitola il giardino di viale Mediterraneo ad ANGELO VASSALLO, il “Sindaco Pescatore” - Terzo Binario News
Riceviamo e pubblichiamo

Forse perché Ladispoli è una città marinara, nata come un borgo di pescatori, ma i suoi abitanti hanno sempre voluto bene al Sindaco Pescatore, Angelo Vassallo, ucciso dalla criminalità nel settembre 2010, e divenuto simbolo di legalità e di amore per il mare e l’ambiente. 

Domenica 10 novembre 2019, alla presenza di Dario Vassallo fratello di Angelo, del Sindaco di Ladispoli, delle associazioni locali, di molte scolaresche e di tanti cittadini, il giardino pubblico di Viale Mediterraneo è stato intitolato ufficialmente alla memoria di Angelo Vassallo.  L’intitolazione è stata fortemente voluta dalle associazioni locali che ne fecero formale richiesta al Sindaco due anni fa.

Era il 5 settembre del 2010 quando 9 colpi di pistola posero fine alla vita di Angelo Vassallo, ma non certamente a quanto di positivo è riuscito a realizzare per Pollica, il Comune salernitano di cui era Primo cittadino. Da allora il fratello Dario non si è fermato un attimo nella ricerca della verità su un omicidio ancora oggi rimasto senza colpevoli, e nell’opera di divulgazione della memoria di Angelo, sia attraverso la Fondazione omonima, sia attraverso la scrittura di un libro da cui è stato tratto il bellissimo spettacolo teatrale “Il Sindaco Pescatore” con Ettore Bassi, ancora in giro per l’Italia. Dallo stesso libro è nata anche una fiction di grande successo trasmessa dai canali Rai. 

Oggi in tanti sappiamo chi era Angelo Vassallo e ciò che ha rappresentato: un modello di buona amministrazione, un paladino della tutela dell’ambiente, esempio di amore e rispetto per il proprio territorio e per il mare. Ma soprattutto la vicenda umana e politica di Angelo Vassallo è la dimostrazione che nel Sud è possibile una politica virtuosa, contraria alle dinamiche che la criminalità organizzata tenta spesso di imporre in quei territori, e probabilmente è per questo che è stato ucciso.

Nel corso del tempo varie iniziative sono state realizzate in suo ricordo: già nel settembre 2015 le medesime associazioni e cittadini avevano dato vita ad un flash mob in Piazza Rossellini, per ricordare la figura di Vassallo in occasione della Festa della Speranza, celebrata ogni anno il 5 settembre in molte località d’Italia ed organizzata in collaborazione con la Fondazione Vassallo. 

Sabato 11 novembre del 2017, due anni fa esatti, in occasione della Marcia degli Alberi e della manifestazione Tana Libera Tutti, Dario Vassallo è venuto a Ladispoli a visitare l’albero dedicato ad Angelo, con l’auspicio di vedergli presto intitolato tutto il giardino di Viale Mediterraneo. 

Anche in questa occasione Dario Vassallo ci ha onorato della sua presenza partecipando alla Marcia degli Alberi giunta alla sua quarta edizione.

Pubblicato domenica, 10 20 Novembre19 @ 20:50:03     © RIPRODUZIONE RISERVATA