Ladispoli, i pescatori a Grando: "Ci piacerebbe parlare di persona di Porto Pidocchio" - Terzo Binario News

I pescatori di Ladispoli hanno risposto al sindaco Alessandro Grando su quello che lui ha definito il chiarimento circa la questione di porto Pidocchio. Nei fatti i pescatori, concordando su alcuni aspetti, lo inchiodano alla sua responsabilità: sebbene gli uffici di palazzo Falcone sapessero della revoca della concessione demaniale, non l’hanno mai comunicato ai diretti interessati. Che evidenziano come finora non abbiamo mai avuto la possibilità di parlarci direttamente ma forse ci riusciranno oggi.

“Caro Alessandro, ci troviamo d’accordo su molte idee, sapere di averla come sindaco ci fa ben sperare nella crescita delle potenzialità della nostra cittadina e nella soluzione delle varie problematiche che la circondano.
Sicuramente se il mio, nostro.. porto pidocchio si ritrova così, non è di certo colpa né sua e né di questa amministrazione, ma la somma di problematiche irrisolte che si sono accumulate in tantissimi anni.
Sono solo rammaricato e dispiaciuto di non aver mai potuto interloquire con lei durante le riunioni svoltosi in comune, di non averla mai potuta incontrare nel nostro porticciolo, poter parlare direttamente con lei e non solo con terzi (uffici preposti) e vedere con i suoi occhi di ciò che parliamo, avrebbe potuto risolvere parzialmente le varie peripezie che ci sono.
Siamo abituati a vedercela da soli e teniamo duro per tutti i pescatori che hanno fatto la storia di Ladispoli, nelle avversità, nelle difficoltà, anche se così non dovrebbe essere..
ogni città anche il paese più piccolo sul mare ha il suo porticciolo ed è l’orgoglio dei suoi abitanti e viene sostenuto dal proprio comune.
Ad oggi solo una cosa le rimproverò perché non renderci partecipi di queste operazioni svolte, perché non è venuto a trovarci o non ha richiesto una riunione per comunicarci il tutto senza tenerci all’oscuro e ritrovarci a breve fuori da porto pidocchio?!
Con stima, Simone Cianflone pescatore da generazioni”.

Pubblicato lunedì, 14 20 Ottobre19 @ 08:28:54     © RIPRODUZIONE RISERVATA