Ladispoli, Eugenio Trani: "Su 600 avvisi TARI 500 annullati o rettificati" - Terzo Binario News

Numeri alla mano il consigliere del Movimento Civico Ladispoli Città Eugenio Trani smentisce le dichiarazioni dell’assessore Aronica circa gli accertamenti TARI inviati dal comune.

Secondo Trani dei 1.800 accertamenti inviati ai cittadini di Ladispoli dopo tre mesi ne sarebbero stati lavorati soltanto 600, di cui 500 sono stati annullati o rettificati. Questi numeri secondo il consigliere di opposizione dimostrerebbero l’inesattezza di gran parte degli accertamenti che hanno raggiunto gli abitanti di Ladispoli.

Degli altri 1.200 accertamenti i cittadini aspettano ancora una risposta dal comune, ma se sono confermate le percentuali rilevate dei primi 600 il rischio è che l’ammontare presunto dagli accertamenti si ridurrà drasticamente.

“Questo conferma l’approssimazione con la quale questa amministrazione si rapporta ai cittadini” chiosa Eugenio Trani.

Sempre sul tema Tari Trani sostiene che vi sarebbe un trattamento diverso tra cittadini di serie A e cittadini di serie B. Tra i primi ci sarebbe la società che ha in gestione il cimitero comunale alla quale, senza colpo ferire, sarebbero state annullate le cartelle TARI. La decisione è arrivata senza attendere la decisione della commissione provinciale tributaria di Roma e smentendo quando dichiarato dal legale incaricato dal comune “vale a dire che il tributo era dovuto”. Va ricordato inoltre che la questione rifiuti è per la Sara 94 addirittura fonte di ricavo, considerando che da anni ormai ottiene un contributo di circa 70.000 euro per differenziare i rifiuti. Su questa ultima questione in tanti si sono dichiarati disposti a studiare la faccenda, tra cui il consigliere Ardita. Ma alle parole non si conosce al momento alcun seguito.

“Nel 2019 i cittadini si troveranno a pagare anche la tariffa che spettava alla concessionaria del cimitero” dichiara Trani. Il costo complessivo del servizio viene infatti ripartito su tutte le utenze.

Riguardo al nuovo piano finanziario Trani mette in guardia i cittadini sostenendo che la riduzione minima della TARI va di pari passo con la diminuzione dei servizi erogati.

Pubblicato venerdì, 15 Marzo 2019 @ 13:30:16     © RIPRODUZIONE RISERVATA