Ladispoli, educazione stradale al Di Vittorio - Terzo Binario News

Ha preso il via il 14 gennaio, all’Istituto Superiore ‘Giuseppe Di Vittorio’ di Ladispoli, il Progetto Auriga.

L’educazione stradale è stata introdotta nei programmi scolastici di ogni ordine e grado, dal 1° settembre 1994, in obbedienza alla Circolare Ministeriale n. 546. L’obiettivo è quello di diffondere fra gli studenti il valore della sicurezza e del rispetto del Codice della Strada.
L’Italia si colloca al secondo posto nella classifica degli incidenti mortali (dopo la Francia).

La tendenza a superare il limite di velocità è, nel nostro Paese, del 20% mentre in gran parte dell’Europa si ferma al 10%. Fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni, l’incidente stradale è la principale causa di morte. 

Nasce così l’esigenza di sensibilizzare gli studenti e di diffondere la cultura della vita e della sicurezza stradale nelle scuole. E’ quanto avviene – appunto – con il Progetto Auriga, realizzato in collaborazione con l’Agenzia Regionale della
Mobilità, Regione Lazio e Aci Vallelunga Spa.

I dati Istat relativi agli incidenti stradali mortali nel corso degli ultimi cinque anni sono altalenanti e rispecchiano fenomeni talora di aumento, talaltra di diminuzione del numero dei decessi. Tuttavia, le più recenti statistiche Istat rilevano un
aumento del 25% degli incidenti che coinvolgono giovani dai 15 ai 19 anni. Ancora molto lontano rimane l’obiettivo, determinato su base europea, di attestarsi al di sotto dei mille decessi all’anno. Secondo l’ANAS (Azienda Nazionale Autonoma delle Strade), la causa principale degli incidenti continua a essere la distrazione, legata a eccessiva
stanchezza, mancanza di sonno, stili di vita non regolari, alterazione dei ritmi sonno-veglia. Imputato numero uno rimane l’uso eccessivo dello smartphone.

A seguire, le condizioni del fondo stradale, quelle meteorologiche, ma anche quelle
del proprio mezzo di trasporto. Prerequisito da non dimenticare, ovviamente, per chiunque si metta alla guida di un veicolo, è la conoscenza del Codice della Strada.

I Corsi organizzati dall’Istituto Superiore ‘Giuseppe Di Vittorio’, che hanno previsto una sessione teorica e una pratica, sono stati presentati martedì 14 gennaio nell’Aula Magna dell’Istituto Alberghiero da Mario Cardarelli, Collaboratore
tecnico Auriga, Laura Calamusa, Referente Progetto Auriga e Christian Carli.

Le lezioni di guida sicura, per gli studenti neopatentati delle Classi Quinte si sono svolte, invece, il 28 gennaio al Centro ACI-SARA di Vallelunga. Accompagnati dalla Prof.ssa Anna Gaspari, dalla Prof.ssa Loredana Alfarano, dal Prof. Renato D’Aloia, dal Prof. Luigi Alessio e dall’Assistente Educativa Mascia Mastroianni, gli allievi si sono messi al
volante accanto ad un istruttore ed hanno eseguito varie prove e test di guida sicura.

L’Autodromo, che sorge nei pressi di Campagnano, ha recentemente ottenuto l’omologazione della FIA (Federazione Automobilistica Internazionale), divenendo sede di test per diversi team di Formula Uno. Il Centro di Guida Sicura ACI di Vallelunga è uno dei più moderni ed attrezzati in Europa.

Pubblicato mercoledì, 29 Gennaio 2020 @ 11:09:54     © RIPRODUZIONE RISERVATA