Ladispoli, Corbo (Progetto Legalità) sul caso Fioravanti: "Grando ripassi il significato della parola truffa" - Terzo Binario News

“Da alcuni giorni era trapelata una notizia che ha trovato conferma sulla stampa locale (https://www.terzobinario.it/ladispoli-consigliere-fioravanti-a-processo-per-truffa-chiede-affidamento-ai-servizi-sociali/137196) riguardo a un consigliere comunale eletto nella lista “Noi con Salvini” rinviato a giudizio, imputato per truffa nei confronti di un cittadino privato. Il consigliere comunale ha le deleghe all’edilizia e al Project Financing, attribuite dal Sindaco.

Riportiamo una dichiarazione del Sindaco in seguito alla spiacevole vicenda: “Non intendiamo prestare il fianco alle speculazioni politiche che si sono succedute in questi giorni in merito alle vicende personali di alcuni membri dell’amministrazione per fatti, peraltro, connessi alla loro sfera privata e non a circostanze collegate all’incarico o al ruolo pubblico che rivestono.”
A tal proposito vorremmo ricordare al Sindaco che il consigliere in questione non è imputato per una vicenda personale e di pettegolezzi, bensì per un fatto molto grave: truffa ai danni di un privato cittadino!
Se il Sindaco non si rende conto della gravità dei fatti farebbe bene a documentarsi sul significato della “truffa”.
Gli chiediamo: come potrebbe un cittadino avere fiducia nell’operato di un amministratore pubblico con simili imputazioni?
Proprio per tutelare la cittadinanza chiederemo al Prefetto di istituire una commissione d’indagine per valutare la reale situazione all’interno del nostro Ente comunale e la regolarità degli atti.
Nel frattempo chiediamo al Sindaco di revocare le deleghe attribuite al consigliere e a quest’ultimo di presentare le dimissioni”.

Progetto Legalità – Giuseppe Corbo

Pubblicato lunedì, 11 giugno 2018 @ 17:03:15     © RIPRODUZIONE RISERVATA