Ladispoli Città attacca Grando: "Assunzioni illegittime degli articoli 90" - Terzo Binario News

“Il Sindaco di Ladispoli, qualche giorno fa, con un decreto, ha provveduto all’assunzione di quattro persone ai sensi dell’articolo 90 del TUEL. La delibera di giunta e il già citato decreto, avrebbero dovuto indicare la destinazione dei soggetti assunti a supporto di specifici uffici di staff già costituiti e non fare riferimento – come è invece avvenuto – a generiche attività da svolgere nei vari settori amministrativi. 

Le regole scritte dal Legislatore, con l’intento di aiutare le amministrazioni locali consentendo l’attribuzione di incarichi fiduciari per perseguire il proprio programma elettorale e di indirizzo politico, sono piuttosto chiare. 

Infatti, le disposizioni dell’articolo 90 del Tuel prevedono che, il personale assunto alle dirette dipendenze del Sindaco, svolga lavoro di supporto all’attività di indirizzo e controllo e non consentono – come invece sta avvenendo in questo caso – l’assunzione di funzioni gestionali e istituzionali da parte di queste figure professionali.

A nostro avviso, tanto la delibera di giunta quanto il decreto del Sindaco Grando, sono atti palesemente illegittimi attraverso cui, di fatto, è stato surrettiziamente implementato l’organico degli uffici amministrativi. Di questa paventata violazione avrebbe dovuto rendersi conto, in primis, chi è deputato a svolgere funzioni di controllo sulla legittimità degli atti amministrativi, soprattutto perché, in questo modo, si finisce col rendere ancor più precaria la funzione di uffici che, alla scadenza del mandato di Grando, si troveranno privi di dipendenti pubblici destinati (e ormai pronti) a gestirli. Tutto questo nella piena consapevolezza dei gravi problemi esistenti nell’assunzione di personale fisso per via del blocco del turnover.

Ci chiediamo peró per quanto tempo ancora dovremo assistere a questa continua approssimazione e allo svilimento costante delle regole e delle leggi della pubblica amministrazione.

Cari concittadini, in questo sabato d’aprile, ci resta solo da festeggiare il carciofo romanesco perché, almeno quello, non sarà indigesto; al contrario degli scivoloni gestionali a cui il “cambiamento” della giunta Grando oramai ci ha abituati”.

Per il Movimento Civico Ladispoli Città – Il Consigliere Eugenio Trani

Pubblicato sabato, 14 aprile 2018 @ 12:35:37     © RIPRODUZIONE RISERVATA