L 'AVIS di Cerveteri e il presidente Luigi Mecucci chiedono scusa al sindaco Alessio Pascucci e alla città di Cerveteri - Terzo Binario News

“L ‘AVIS di Cerveteri e il presidente Luigi Mecucci chiedono scusa al sindaco Alessio Pascucci e alla città di Cerveteri per le spiacevoli scritte apparse su Facebook.
Esprimiamo le nostre più sentite condoglianze per la scomparsa del sindaco Emanuele Crestini,
di Rocca di Papa. 
Il Presidente dell’AVIS di CERVETERI, Luigi MECUCCI spesso si lascia prendere dall’enfasi sui social, senza riflettere su quanto può essere facilmente frainteso a causa di un uso non proprio corretto della lingua italiana e su quanto, riguardo alle sue dichiarazioni, può creare danno all’Avis e a se stesso, sia in termini di immagine che di lustro costruiti nel tempo.
Le sue parole sono state fraintese e che anche se sbagliate e da condannare,sono state appositamente estrapolate in modo artificioso e compromettente, anche alla luce delle sue sentite scuse sia al Sindaco che a tutta la comunità di Cerveteri sia da parte sua che di tutta la sua Famiglia

Pertanto, ci teniamo a ribadire come tutte le istituzioni vanno rispettate per la funzione che rivestono e sopratutto vanno rispettate le persone, che ricoprono cariche pubbliche.
Noi come Avis di Cerveteri, crediamo nel ruolo che rivestiamo in collaborazione con tutta la comunità a cui portiamo il nostro contributo in termini di valori, di educazione e di sangue.

La nostra è un’associazione di aiuto e di solidarietà che si muove a prescindere del credo politico.

Invitiamo tutti i cittadini di Cerveteri a presentarsi domenica 30 giugno presso la sede Avis di Cerveteri per rendersi conto di quanto impegno concreto ci sia dietro una raccolta di sangue e, nello stesso tempo, valorizzando quanto di bello abbiamo costruito in questi anni: un punto fisso di raccolta di sangue unico nel litorale, a servizio di tutta la comunità”.

Avis Cerveteri

Pubblicato mercoledì, 26 Giugno 2019 @ 20:41:22     © RIPRODUZIONE RISERVATA