Incidente ad Arsoli: coinvolto un mezzo dell'Ama rubato a Roma in via Gioberti - Terzo Binario News

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Subiaco hanno denunciato un 32enne romano, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di ricettazione. Al chilometro 58,300 della strada statale 5 Tiburtina Valeria, nel comune di Arsoli, i militari sono intervenuti per un incidente che ha coinvolto il 32enne. Il giovane aveva perso il controllo dell’autocarro che guidava.

SUBIACO - I Carabinieri intervenuti ad Arsoli (1)

Dagli accertamenti eseguiti nel corso dei rilievi del sinistro, il personale dell’Arma ha scoperto che il veicolo, che riportava le insegne della società “AMA”, è risultato essere provento di un furto avvenuto la mattina stessa a Roma, in via Gioberti e denunciato rubato da un dipendente della società che gestisce la raccolta dei rifiuti solidi urbani nella Capitale.

Il conducente è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria mentre il veicolo, non marciante, è stato sequestrato e affidato a un deposito giudiziario.

Desidero ringraziare le Forze di Polizia per averci consentito di recuperare il mezzo AMA che era stato rubato in via Gioberti. La nostra operatrice, che stava svolgendo le consuete attività di raccolta dei rifiuti nella zona della stazione Termini, appena si è accorta del furto ha allertato i coordinatori dei servizi territoriali presentando  immediatamente denuncia presso il Commissariato PS Esquilino e contestualmente la Sala Operativa Aziendale ha allertato la Polizia Locale di Roma Capitale.  Grazie alla “scatola nera” del mezzo con il relativo sistema di tracciamento GPS installato a bordo è stato possibile individuare il percorso compiuto dal veicolo già prima che venisse rintracciato e identificato dai Carabinieri della Compagnia di Subiaco. Il furgone a vasca, danneggiato nel corso di un sinistro, verrà al più presto recuperato dal nostro personale di officina. Nell’attesa che le indagini chiariscano l’esatta dinamica dei fatti con le relative evidenze penali, ci riserviamo, ovviamente, di rivalerci sui responsabili per il risarcimento del danno provocato”. Lo comunica l’Amministratore Unico di AMA S.p.A. Stefano Zaghis.  

Pubblicato lunedì, 23 Novembre 2020 @ 15:56:19     © RIPRODUZIONE RISERVATA