In un plesso "figli dell'alta borghesia", nell'altro ragazzi di ceto basso: bagarre sulla presentazione della scuola. Interviene la ministra - Terzo Binario News

“La sede di via Trionfale e il plesso di via Taverna accolgono, infatti, alunni appartenenti a famiglie del ceto medio-alto, mentre il plesso di via Assarotti, situato nel cuore del quartiere popolare di Monte Mario, accoglie alunni di estrazione sociale medio bassa e conta, tra gli iscritti, il maggior numero di alunni con cittadinanza non italiana; il plesso di via Vallombrosa, sulla via Cortina d’Ampezzo, accoglie, invece, prevalentemente alunni appartenenti a famiglie dell’alta borghesia, assieme ai figli dei lavoratori occupati presso queste famiglie (colf, badanti, autisti, e simili). Questo quanto apparso nella presentazione dell’IC Trionfale, che ha poi modificato il testo dopo la bagarre che è scoppiata.

Anche la ministra Lucia Azzolina è intervenuta: “La scuola dovrebbe sempre operare per favorire l’inclusione. Descrivere e pubblicare la propria popolazione scolastica per censo non ha senso”

Pubblicato mercoledì, 15 Gennaio 2020 @ 16:28:57     © RIPRODUZIONE RISERVATA