In mostra a Palazzo Te di Mantova reperti del Museo civico di Allumiere - Terzo Binario News

Importante collaborazione del Museo civico di Allumiere alla mostra “Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa”, organizzata a Palazzo Te di Mantova, aperta fino al 26 Giugno 2022, a cura di Augusto Morari, organizzata dalla Fondazione Palazzo Te.

Il percorso di collaborazione, intrapreso dall’ex direttore Dott. Enrico Seri e poi portato avanti dalla nuova direttrice Dott.ssa Lucina Giacopini, vede la partecipazione del museo attraverso uno dei reperti più significati non solo a livello museale, ma identitario: l’allume.

Questa mostra indaga e riscopre l’eccezionalità dei preziosi apparati decorativi in cuoio che nel Rinascimento adornavano gli ambienti dei palazzi delle più importanti corti europee, esprimendone il lusso e la grandezza. La fase di “concia” di queste pelli era effettuata con l’allume, il minerale che ha permesso la nascita della comunità di Allumiere.

Nel dettaglio, nella sala “La bottega del Coramaio” ad apertura della mostra, è possibile vedere due pezzi provenienti dal Museo civico di Allumiere K. De La Grange: il minerale di alunite naturale e il vero e proprio cristallo di allume. L’Assessora alla Cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini: “Siamo molto orgogliosi di questa collaborazione, l’allume rappresenta per la nostra comunità non semplicemente un reperto, ma sintetizza, nella sua essenza, l’identità della nostra comunità”.

La mostra, presso la meravigliosa dimora storica cinquecentesca Palazzo Te a Mantova, è un’occasione straordinaria per far conoscere il nostro museo oltre i confini regionali. Siamo grati al Prof. Morari e alla Dott.ssa Sogliani per averci coinvolto in questo progetto. Il mio ringraziamento va chiaramente anche agli uffici comunali e alla direzione museale per il lavoro di coordinamento svolto”.

Pubblicato giovedì, 28 Aprile 2022 @ 14:26:24     © RIPRODUZIONE RISERVATA