Il volo che perde pezzi scarica il carburante su Santa Marinella - Terzo Binario News

(foto di repertorio) Si chiama fuel dumping, nome che non suscita particolari allarmi. La traduzione è “scarico del carburante” ed è ciò che è avvenuto ieri dopo che dal volo Norwegian decollato da Fiumicino si sono staccati dei rottami finiti su tetti e case.

Si è attivata la procedura di emergenza che prevede, prima dell’atterraggio di emergenza, lo scarico del carburante in mare. E la torre di controllo dello scalo non mente: l’aereo ha effettuato tre giri a bassa quota fra Santa Marinella e Santa Severa prima di atterrare. Quei giri sono serviti proprio allo scarico del carburante. Per la “felicità” dei bagnanti.

Pubblicato domenica, 11 Agosto 2019 @ 12:52:46     © RIPRODUZIONE RISERVATA