Il Santa Marinella Rugby scalda i motori: domenica esordio a Rieti - Terzo Binario News

La presidente Germana Raponi: «Entusiasmo alle stelle, insieme al Montevirginio prepariamo l’appuntamento da un mese e mezzo ma lo sguardo è sempre rivolto ai ragazzi»

Il Santa Marinella esordisce a Rieti nella prima fase del campionato di serie C di rugby. Domenica alle 14.30 rossoblù in campo per la primissima fase della stagione che prevede un primo minigirone insieme a Lions Alto Lazio, la Rugby L’Aquila e la Reathyrus.

Proprio quest’ultima, una franchigia nata recentemente fra gli Arieti Rieti e la Ternana Rugby, sarà avversaria dei santamarinellesi allo Stadio del Rugby Fassini del capoluogo sabino.

Inutile dire che c’è fermento al Comunale B della Perla, dove si stanno preparando i giocatori agli ordini del tecnico Alessandro Mameli. Come da accordi presi al momento della costituzione del sodalizio, lo stesso sta accadendo allo Sciamanna di Canale Monterano, dove gli ex Montevirginio si allenano sotto lo sguardo attento di coach Davide Perugini. Domani, come da prassi, allenamento congiunto che servirà a limare gli ultimi dettagli per scegliere il XV da mettere in campo domenica.

Nelle settimane scorse la squadra ha avuto modo di cominciare a saggiare il campo dapprima proprio con i Lions Alto Lazio (a loro volta franchigia di cui fanno parte il Rugby Viterbo e il Civita Castellana) e poi la Us Rugby Roma, per poi affrontare anche il Cisterna. Un trittico di test match utili a plasmare la squadra e a valutare soluzioni diverse rispetto al solito. «Quella fase però adesso è terminata – tuona Mameli – gli esperimenti sono terminati e ora si gioca per i punti. Ci aspetta un cammino lungo e tortuoso visti la qualità e il blasone degli avversari che andremo ad affrontare».

A cominciare dal XV ternano-reatino: «Che non conosco minimamente. Non ho idea di chi avremo di fronte, non ci sono riferimenti. Questo è un motivo ulteriore per preparaci al meglio». C’è l’emozione per l’ennesima avventura in categoria, stavolta sotto le insegne dell’Ancora stemma di Santa Marinella: «Sì, perché non è solo serie C ma un progetto allargato al settore giovanile, partito sotto ottimi auspici. Il primo XV rappresenta la vetrina ma l’obiettivo della società – la conclusione di Alessandro Mameli – è quello di creare una base solida di ragazzi, legati alla città e ai colori rossoblù».

Raggiante la presidente Germana Raponi: «Entusiasmo alle stelle per l’avvio del campionato di serie C regionale a Rieti. Insieme al Montevirginio ci alleniamo da un mese e mezzo per preparare al meglio questo appuntamento e per cercare di regalare la prima vittoria in campionato ai nostri tifosi, ma la vittoria più importante sarà scendere in campo e giocare a rugby visto che è l’anno della ripartenza e per noi l’anno zero.

Non sappiamo cosa ci aspetterà, ma siamo pronti e determinati a scendere in campo, placcare e come il nostro motto ad andare sempre avanti.

Il progetto societario del Santa Marinella Rugby punta molto sul settore giovanile, cercando di esaltare i valori e gli aspetti tecnici di ogni singolo giovane atleta, al fine di strutturare e creare una base solida per la prima squadra.»

Pubblicato giovedì, 14 Ottobre 2021 @ 08:04:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA