Il maltempo fa riaprire il Coc a Santa Marinella - Terzo Binario News

Superata l’emergenza maltempo e messe in sicurezza tutte le aree colpite dalla tromba marina che, ieri notte si è abbattuta nella zona del Porticciolo turistico e di Via dei Fiori.

Ancora una volta grazie alla preventiva  e tempestiva apertura del C.O.C., Centro Operativo Comunale , disposta dal Sindaco di Santa  Marinella Pietro Tidei a seguito della emanazione di un bollettino di allerta arancione per eventi atmosferici di forte intensità, è stato possibile  fronteggiare grazie all’intervento della Protezione Civile delle Forze dell’ordine  della Capitaneria  di Porto  e del Nucleo  sommozzatori e dei Vigili del Fuoco tutte le situazioni di pericolo che si sono venute a creare a causa delle forti piogge e dei venti di burrasca nell’area portuale e  nelle zone adiacenti.

Non appena abbiamo ricevuto la comunicazione di allerta dal dipartimento della Regione – commenta il sindaco Tidei – abbiamo provveduto ad aprire il COC che, durante l’intera notte e fino alla tarda mattinata di oggi ha coordinato tutte le operazioni che si sono rese necessarie per mettere in sicurezza anche alcune strade invase da alberi e rami caduti a causa del forte vento.  Anche l’azione di prevenzione dai rischi di allagamenti varata dall’amministrazione comunale, con la manutenzione straordinaria e la pulizia dei principali corsi d’acqua ha permesso di evitare, come più volte accaduto in passato, esondazioni nei pressi dei centri abitati della città.

Da questa mattina sono stati avviato nuovi e importanti interventi di pulizia e messa in sicurezza di ben 10 fossi e torrenti presenti lungo il territorio comunale. Purtroppo l’autunno in particolare ci ha abituato a dover fare i conti con eventi atmosferici estremi ma l’importante è non farsi trovare impreparati a gestire l’emergenza. Per questo il mio ringraziamento va ai Vigili del Fuoco e a tutti i volontari che hanno dato esempio di grande professionalità. Questa mattina con i responsabili della protezione civile cittadina mi sono recato personalmente a visionare le zone più colpite dalla tromba d’aria e sono profondamente dispiaciuto per i danni subiti da alcuni concittadini ma, per fortuna non ci sono state vittime o feriti o tantomeno le temute esondazioni di fossi e torrenti.

Pubblicato giovedì, 15 Ottobre 2020 @ 18:14:24     © RIPRODUZIONE RISERVATA