Ic Ladispoli 1, tempo di open day - Terzo Binario News

Chi ha già preso parte all’Open Day di giovedì 9 e sabato 11 gennaio scorso , ha avere un primo incontro con la nostra nuova Dirigente, Dott.ssa Enrica Caliendo e con gli insegnanti che il prossimo anno inizieranno un nuovo ciclo scolastico, per conoscere il piano dell’offerta formativa e le varie approfondite metodologie, attività, organizzazione e peculiarità del nostro Istituto: un sistema integrato di educazione e istruzione in linea con i più innovativi indirizzi pedagogici. In occasione delle aperture pomeridiane alle famiglie, nelle giornate di giovedì 16/01/2020 e 23/01/2010, l’Istituto Comprensivo Ladispoli1, ha proposto inoltre, due momenti di incontri formativi/ informativi alle famiglie ,condotti dalla dott.ssa Marazziti Maria Consuelo, docente e psicoterapeuta , nella sede centrale del plesso G. Falcone , in via Castellammare di Stabia.

Nel primo incontro che si è svolto giovedì 16/01/2020 , si sono affrontati delicati argomenti che riguardano i segnali emotivi dei ragazzi e quindi una riflessione sui comportamenti degli adulti e su come questi possano essere decisivi per la crescita dei bambini. La Dott.ssa Marazziti ha , in tal senso, dato delle preziose indicazioni , ai genitori ed ai Docenti presenti all’incontro, che potranno aiutare a riconoscere certi segnali o comportamenti nei bambini e nei ragazzi adolescenti, riflettere insieme su quali siano le azioni più efficaci da mettere in atto per percorrere serenamente questo tratto di strada insieme, genitori e docenti. La finalità di questi incontri è infatti, quella di promuovere una cultura della prevenzione, secondo la quale occorre sviluppare come azione primaria il miglioramento della qualità della vita delle persone, in modo da attivare misure che modifichino in positivo i loro comportamenti e il loro stile di vita. Nella scuola in particolare, una cultura di prevenzione deve promuovere azioni concrete per la qualità della vita mentale e fisica degli studenti. Deve, inoltre, facilitare i processi di crescita individuale e quelli di gruppo da un punto di vista relazionale, la libera espressione emotiva e l’attenzione ai processi psicologici da un punto di vista comunicativo. Questo modo di lavorare può contribuire a contrastare e prevenire le varie forme di disagio giovanile, le difficoltà adolescenziali e i comportamenti a rischio. Tutto questo perché crediamo sia fondamentale creare sinergie tra docenti e genitori, aumentare la consapevolezza delle dinamiche scolastiche, favorire la collaborazione e la solidarietà, promuovere sentimenti di accettazione e di riconoscimento reciproco, educare all’autostima e al lavoro di gruppo, offrire modelli positivi e stimolare abilità sociali. Riuscire a potenziare questi rapporti psicologici e sociali, può avere un’ importante funzione preventiva e contenere o ridurre stati di disagio individuale, spesso legati a povertà relazionali, ambientali ed affettive. Ringraziamo la nostra collega , dott.ssa Marazziti per aver condiviso con noi competenza e professionalità e accogliamo questa importante iniziativa , auspicando una partecipazione sempre più attiva dei genitori alla vita della Scuola! Famiglia e Scuola sono soggetti essenziali e propositivi nel percorso di crescita e nel processo educativo di adulti e ragazzi, perché permettono di valorizzare ancora di più la cultura della condivisione e della collaborazione in un momento di grave crisi in cui il ruolo della Scuola ci sembra ancora più importante e determinante!

Vi aspettiamo al prossimo incontro che si terrà Giovedì 23/ 01/ 2020, ore 16:30, con un altro interessantissimo argomento in cui si analizzerà lo stato adolescenziale, una tappa evolutiva importantissima per la quale occorre arrivare preparati !

Marianna Miceli( Docente dell’Istituto)

Pubblicato venerdì, 17 Gennaio 2020 @ 16:07:35     © RIPRODUZIONE RISERVATA