Guido Rossi invia gli auguri all'Avis di Cerveteri - Terzo Binario News


Oggi possiamo fare un sunto della raccolta di sangue svoltasi in questi giorni a Cerveteri dopo il grido di aiuto lanciato dal Presidente “Giggetto” in favore dell’Avis di Cerveteri.

Dopo il rischio di chiusura della sede di Cerveteri , i Cervetrani hanno risposto in modo egregio “donando” ben oltre 50 sacche di sangue! e rinviando la possibilità di chiusura della  sede di una associazione così importante e fondamentale per la salute dei cittadini. Dopo tanti anni di donazioni posso , con certezza, affermare che i motivi che mi hanno spinto e che spingono i ragazzi a donare sono l’educazione e i valori di riferimento famigliare, la conoscenza del bisogno e quella del sistema trasfusionale e per ultimo ma non meno importante, l’informazione attraverso i media ed i social.

E’ importante conoscere i molteplici usi del sangue, chi sono i paziente che ne beneficiano, che non si dona quando solo quando c’è un bisogno specifico e anche perché con le donazioni ci si prende cura della propria salute grazie ai controlli fatti dalla struttura verso i donatori. La iniziale paura dell’ago e quella delle possibilità( inesistente) di infezioni devono essere superate dalla soddisfazione che si prova dopo simile “esperienza”e, dal poter dire “ Ho fatto una donazione!” ,  “Sono un donatore!”. In questo momento si parla tanto di accoglienza e di solidarietà ma, la donazione di sangue è senz’altro una delle forme di solidarietà più radicate nella nostra società, la sensibilità in questo campo deve essere continua sopratutto nelle nuove generazioni. In questo caso la Regione Lazio può far molto, in simbiosi con l’associazione di donatori, potenziando i servizi trasfusionali per chi vuol donare e magari intervenendo sulle problematiche amministrative indirizzando  qualche risorsa economica a loro favore piuttosto che a sagre di bruschette o altro. L’Amministrazione comunale invece nel suo piccolo, potrebbe far molto con un piccolo contributo finanziario. Nell’attesa che i nostri amministratori si sveglino per affrontare questo problema chiudo, facendo i complimenti al Presidente “Giggetto” per il suo impegno, a tutte le persone che hanno donato in questi giorni e che spero continueranno, a quelli che non hanno ancora affrontato questa esperienza umana ai quali mi permetto di dire che i pazienti che hanno bisogno di sangue periodicamente sono quelli affetti da talassemia, anemia varie, patologie croniche, leucemie e naturalmente quelli che  sono e saranno sottoposti ad intervento chirurgico. Una buona giornata, buona donazione e una buona Pasqua a tutti!

                                                                             Guido Rossi

Pubblicato sabato, 20 Aprile 2019 @ 10:05:21     © RIPRODUZIONE RISERVATA