Fl5, mozione per aumentare i treni che da ieri sono diminuiti - Terzo Binario News

La Regione – attraverso una mozione approvata all’unanimità – chiede più treni sulla Fl5; da ieri però ci sono cinque corse in meno fino a fine agosto.


Paradossi ferroviari con la proposta di implementare i convogli avanzata dai consiglieri Angelo Petrillo e Massimo Chierchia che chiedono al Presidente della Regione Lazio e all’Assessore regionale competente <di considerare la Fl5 cruciale per il collegamento sulla fascia tirrenica e di rivedere dunque la scelta di RFI di ridurne le corse nel periodo estivo. Senza dimenticare che lungo questa linea ferroviaria insistono le stazioni di Ladispoli, Marina di Cerveteri e Santa Marinella, scali strategici d’inverno per i pendolari e d’estate per il turismo. Chiediamo anche di valutare l’aumento delle corse il sabato, ridotte del 20% rispetto agli orari feriali, e la domenica, ridotte del 50%”.

Solo che, come si accennava, dai ieri e fino al 24 agosto, come previsto dal contratto di servizio stipulato tra Trenitalia e la Regione Lazio sono stati cancellati cinque treni. Lo ricordano dal Comitato Pendolari Fl5. I convogli eliminati sono due in direzione Roma ovvero il R12217 delle 4:30 da Civitavecchia per Roma Termini e il R7137 delle 19:08 da Ladispoli per Roma Tiburtina; verso Civitavecchia sono sospesi il R12224 delle 17:27 da Roma Termini per Civitavecchia (festivo); il R7152 delle 17:57 da Roma Termini per Ladispoli e il R12268 delle 20:27 da Roma Termini per Civitavecchia. <Il Comitato Pendolari, in considerazione anche della presenza di numerose mete turistiche servite dalla linea, che vedono un notevole incremento di villeggianti e visitatori nel periodo estivo e in un’ottica di promozione della mobilità sostenibile, ribadisce la propria contrarietà alle succitate soppressioni. Soprattutto si disapprova la cancellazione del primo treno del mattino, considerato strategico per recarsi a Roma da numerosi pendolari che iniziano presto il proprio turno lavorativo. Male anche la rinuncia al treno festivo, che riduce ulteriormente un’offerta di trasporto festiva già ampiamente insufficiente”.

Pubblicato lunedì, 29 Luglio 2019 @ 07:35:44     © RIPRODUZIONE RISERVATA