Fiumicino, fogne collassate alle case popolari - Terzo Binario News

di Claudio Bellumori

Dai lavandini e dalle docce immaginate cosa possa uscire, chi sta al pian terreno vive in prima persona questo disagio“. Emanuela Isopo dell’Unione Inquilini è su tutte le furie. Sabato 23 maggio la ditta dello spurgo è stata impegnata a risolvere il problema delle fogne “che sono al collasso. È il quinto intervento della settimana“. Questo quanto accaduto a Fiumicino, in via del Serbatoio- via del Porto Claudio.

Il sindacato già a febbraio aveva sbattuto i pugni sul tavolo: “Era il 3 ottobre 2019 il giorno in cui si è tenuta un’assemblea pubblica, alla presenza delle più alte cariche istituzionali della Regione Lazio, i vertici  di Ater Provincia, sindaco e vicesindaco di Fiumicino più vari consiglieri comunali. In quell’occasione è stato presentato del progetto di riqualificazione del comprensorio Case Popolare di via Porto di Claudio, scandendo in maniera precisa sia i lavori che sarebbero stati effettuati, come il rifacimento di tutto la rete fognaria tra le opere più importanti, sia le tempistiche di realizzazione degli stessi garantendo un inizio lavori per gennaio 2020”.

E ancora: “Ci aspettiamo quindi, che entro la fine di febbraio i bandi siano pubblicati – ha terminato – concordando un inizio lavori nei tempi più celeri possibili, visti i ritardi e i disagi quotidiani che al momento gli assegnatari stanno subendo con gli innumerevoli interventi delle ditte di Autospurgo tra l’altro messe in bolletta e quindi completamente a carico degli inquilini”.

Isopo ha poi notato: “È arrivato il Coronavirus e ancora non si vede una soluzione. I rischi dal punto di vista igienico sanitario sono altissimi. Noi siamo pronti a presentare un esposto in Procura, questa situazione è insostenibile”.

Pubblicato sabato, 23 Maggio 2020 @ 12:27:10     © RIPRODUZIONE RISERVATA