Fiumicino, diritti dell'infanzia e adolescenza: gli appuntamenti nelle scuole - Terzo Binario News

Questa sera il Ponte 2 giugno si tingerà di rosa e di azzurro in occasione della Giornata internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che ricorre oggi.

Ancora oggi moltissimi bambini sono vittime di violenza o di abusi, discriminati ed emarginati. Vivono in condizione di disagio o di solitudine sociale. Alcuni sono orfani di guerre ingiuste, altri sono soli, altri soffrono e muoiono per la fame. Questa giornata sancisce il diritto alla vita, alla sopravvivenza, allo sviluppo e al non essere discriminati in nessun modo e per nessun motivo.

“La nostra Amministrazione, in particolar modo il mio Assessorato, in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola – spiega l’Assessora alle Pari Opportunità Anna Maria Anselmi – ha organizzato una serie di iniziative che vedrà coinvolti i ragazzi e le ragazze del nostro territorio, in eventi di informazione e sensibilizzazione sul tema. I ragazzi parteciperanno attivamente a due giornate dedicate a loro, il 26 novembre ed il 5 dicembre. Filo conduttore degli incontri saranno la nuova Carta dei diritti fondamentali della bambina e la Dichiarazione universale dei diritti del fanciullo. È fondamentale – aggiunge – sensibilizzare i ragazzi già da piccoli su temi come i diritti fondamentali, dai quali non si può prescindere, e sull’uguaglianza. Soprattutto perché viviamo in una realtà che rimanda a continui messaggi di odio e di discriminazione”.

“Il 20 novembre – dichiara l’assessore alla Scuola Paolo Calicchio – è una giornata importante che ci ricorda quanto il nostro impegno sia volto alla tutela di un futuro migliore per tutte le bambine e tutti i bambini. A loro dobbiamo garantire un domani differente e possiamo farlo attraverso progetti, iniziative e percorsi che li vedano come protagonisti”.

“Sono stata la promotrice dell’ordine del giorno col quale il Consiglio comunale ha adottato la Carta internazionale dei diritti della bambina –  conclude la consigliera comunale Barbara Bonanni. – Quest’anno abbiamo deciso di illustrarla ai ragazzi delle scuole elementari, col compito però di rappresentarla con dei disegni che saranno affissi all’interno della sede comunale. Pensiamo sia un modo per arrivare a stimolare di più i ragazzi facendogli affrontare, giocando, argomenti così importanti”.

Pubblicato mercoledì, 20 20 Novembre19 @ 16:26:35     © RIPRODUZIONE RISERVATA