Ferrovia Roma Nord, la manifestazione dei Comitati - Terzo Binario News

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – I Comitati e le Associazioni intervenute, ringraziano i tanti pendolari presenti e che hanno civilmente manifestato tutto il loro disagio per come sono costretti a viaggiare sulla ferrovia Roma Nord.

È stata data ai pendolari intervenuti una puntuale informativa sui fatti ormai ben noti, legati soprattutto al lassismo atavico della Regione Lazio che ha ammesso in pubblico le proprie responsabilità tramite il delegato
dell’Assessorato ai Trasporti, dott. Passanisi, intervenuto alla fine dell’iniziativa.

Si evidenzia ancora l’inerzia di Regione e Direttore di esercizio di ATAC nel prevedere e provvedere al previsto cambiamento della gestione dei sistemi e regole di circolazione e di sicurezza da USTIF a ANSF, previsto da circa due anni.

Purtroppo il servizio erogato sta velocemente scadendo e nonostante le rassicurazioni fornite dalla Regione sui lavori e sui tempi, abbiamo comunque chiesto e ottenuto di essere partecipi ai futuri tavoli di lavoro sui
lavori di raddoppio, una parziale apertura a ridiscutere la fattibilità della chiusura totale di piazzale Flaminio per i necessari lavori di completamento per la nuova stazione e in alternativa un piano di mobilità alternativa
sostenibile per il periodo di chiusura.

Ulteriore apertura dalla Regione Lazio anche sulle proposte alternative
di orario condivise formalmente dai comitati e inviate alla Regione Lazio e a ATAC, a tutt’oggi senza risposta.

Contiamo sulla forza di tutti e sulla condivisione delle informazioni, ribadendo che è sempre più importante segnalare i disservizi in maniera ufficiale al gestore.

Attendiamo nei prossimi giorni la convocazione per il tavolo tecnico, che abbiamo precisato subito, deve essere RISOLUTIVO dei problemi attuali, oltre a tenere conto della programmazione dei lavori ormai non più
rimandabili per ammodernamento della ferrovia.

La Regione si è impegnata a garantire un costante aggiornamento dei cronoprogrammi, giustificando e comunicando tempestivamente eventuali ritardi e le loro cause. Abbiamo anche chiesto e ottenuto che la Regione Lazio e Atac esaminino nel dettaglio le proposte di modiche
dell’attuale orario di servizio fatte pervenire da questi comitati e associazioni per venire incontro alle esigenze
dei pendolari.

Modifiche necessarie per risolvere le evidenti criticità presenti nell’orario, come quella sollevata con una petizione dai genitori e studenti dell’istituto agrario F.lli Agosti di Bagnoregio. Che rischia la chiusura.

Sabato 23 novembre ci sarà la manifestazione per la ferrovia Roma Lido, con problemi analoghi alla Roma Nord. Ci attendiamo un supporto da parte di tutti che a vario titolo usano la ferrovia e in generale i mezzi pubblici
romani. Senza le ferrovie ci rimettono tutti!

Pubblicato mercoledì, 20 20 Novembre19 @ 16:00:24     © RIPRODUZIONE RISERVATA