Europa, Baldi: “Dal Lazio un contributo all’Europa dei popoli” - Terzo Binario News
Michele Baldi (Lz)

Michele Baldi (Lz)

“Mi piace pensare che quello di oggi sia un ulteriore passo avanti su una strada iniziata anni fa a Ventotene dai padri fondatori dell’Unione Europea – dichiara Michele Baldi, capogruppo della Lista Civica Zingaretti in Consiglio Regionale, durante la discussione in aula della Legge “Disciplina della partecipazione alla formazione e attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione Europea”.

Primi come modello in Italia, portiamo avanti una legge che renderà più semplici il recepimento e l’attuazione di direttive europee – continua Baldi – Ringrazio Piero Petrassi, Presidente della Commissione consiliare competente, e tutti i componenti della Commissione stessa, per aver saputo mettere da parte ragioni di maggioranza e di opposizione per fare un discorso unitario così da contribuire a quel modello Lazio a cui tutti quanti dobbiamo tendere.

Con questa legge dobbiamo potenziare tutte quelle realtà che si occupano di Europa e reperire le tante risorse che ci offre, per creare occupazione. Dobbiamo dare una speranza ai giovani, come quelli del Movimento Federalista Europeo e di Alternativa Europea, e a coloro che in questa Europa non credono perché più che un’Europa dei popoli è un’Europa delle banche, degli interessi. Dobbiamo impegnarci a costruire un’Europa per la gente e per i popoli, ma che passi attraverso le Istituzioni.

Abbiamo una grande responsabilità: la Regione Lazio, anche attraverso questa legge, deve dimostrare di saper attrarre risorse, di saperle creare, di saper creare occupazione attraverso sinergie comunitarie senza tradire quelli che sono i sogni europei, perché il nostro obiettivo finale, almeno per quanto mi riguarda, deve essere quello di un’Europa federale, degli Stati Uniti d’Europa. Penso che questa legge sia un punto importante e fondamentale, ecco perché spero si possa votarla in tempi brevi all’unanimità per dire: il Lazio c’è. In questo stiamo avanti a tutti, in questo guardiamo a Bruxelles” conclude Baldi.

Pubblicato mercoledì, 21 Gennaio 2015 @ 09:32:41     © RIPRODUZIONE RISERVATA