Estate: tutti i cibi giusti per performare al lavoro - Terzo Binario News

Come ogni anno l’estate porta con sé il caldo, il torpore tipico del primo pomeriggio, e quel lieve e diffuso senso di astenia. Una breve vacanza può senz’altro aiutarci a riprogrammare le nostre energie e i nostri livelli di concentrazione sul lavoro, ma ciò su cui gli esperti continuano ad insistere è in prima istanza l’importanza di un’alimentazione equilibrata, fresca e tesa a rendere più performanti le nostre prestazioni lavorative. Il fine che perseguiamo è quello di massimizzare la nostra attività senza prolungare l’orario lavorativo.

Suona bellissimo in teoria, ma da dove si comincia?

 Avanti con la colazione.

Vi proponiamo di seguito tre valide possibilità per pregustarvi un ideale petit dejeneur al sapore di resa e produttività.

Indichiamo come prima opzione un abbinamento tipico per chi ama svegliarsi con il gusto dolcigno del latte. Cereali integrali con latte di mandorla sono un’ottima carica che fonde e miscela insieme gli zuccheri propri del latte alle fibre contenute dai cereali. Un classico per tutti gli esemplari salutisti.

Lo smoothie invece è la scelta più adatta per chi in estate predilige una colazione leggera a base di sola frutta. Generalmente realizzato con frutta fresca, verdura di stagione e solo ghiaccio senza aggiunta di yogurt né latte, è una bevanda fredda, spumosa e, se arricchita con frutta secca o semi di chia, altamente proteica.

L’ultima opzione, appropriata ai più temerari, è quella di abbinare del porridge, altrimenti conosciuto come farinata d’avena, a spezie e frutta per ottenere un composto che offra una sana combinazione di zuccheri e carboidrati complessi decisivi per il giusto apporto di energia.

 Come la mettiamo con i pranzi e gli spuntini tra una pausa e l’altra?

C’è chi crede che uno degli ingredienti che concorrono alle principali caratteristiche di un pranzo sano, leggero e adatto alla cura delle nostre performance lavorative sia la buona abitudine di predisporlo a casa la sera prima di consumarlo.

La pianificazione di una tabella alimentare settimanale è infatti un legittimo suggerimento da applicare alle norme di una buona nutrizione estiva insieme ad una regolare attività fisica. A conferma del benessere a cui un tale stile di vita conduce possiamo citare i casi di moltissimi atleti, professionisti sportivi e del gioco. Ad esempio il successo del campione Jeff Gross, top player di poker sportivo, è tutto fondato sull’accostamento molto produttivo di un intenso allenamento fisico e alimentare che lo sportivo adotta prima di ogni torneo.

 Ma quali alimenti definiscono la salute di un pasto che sia fresco, leggero, ma anche proteico?

Pensiamo ad esempio ad un burrito riempito con salsa, avocado e riso per accogliere le influenze più messicane, o ancora a un toast farcito con hummus, spinaci e pomodoro, fresco e energetico al tempo stesso.

In alternativa ricorriamo ad un piatto tipicamente italiano come la pasta integrale fredda con basilico e pomodoro, comodamente consumabile anche in ufficio.

Le possibilità sono molte e varie, la priorità va sempre ricercata in un pasto la cui porzione sia modesta, ben digeribile, e calibrata dal punto di vista calorico.

Per recuperare le forze e darsi lo slancio, oltre a un buon caffè che anche in estate – magari shakerato – è il benvenuto, i nutrizionisti suggeriscono spuntini a base di melone giallo, noccioline non salate o una macedonia di anguria senza aggiunta di zucchero.

No agli alcolici e a bevande gassate e zuccherate, aumentano la percezione del caldo e contengono un elevato apporto calorico. Acqua, spremute e smoothies a volontà!

Pubblicato mercoledì, 25 Luglio 2018 @ 13:51:34     © RIPRODUZIONE RISERVATA