Elezioni e Jova Beach Party, il 2022 di Cerveteri e Ladispoli è da "ombelico del mondo" - Terzo Binario News

A Ladispoli attesa per il possibile scontro Grando – Pascucci mentre a Cerveteri è ufficiale la Belardinelli. E a luglio arriva Jova…

Da sempre i primi giorni dell’anno sono quelli in cui si stila un sommario elenco di ciò che ci si aspetta nei successivi 12 mesi.

Se a livello nazionale e mondiale si possono annoverare già con certezza accadimenti come l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, il ritorno in Italia dell’Eurovision Song Contest dopo la vittoria dei Måneskin e i primi Campionati del Mondo di Calcio in inverno, anche a livello locale, con matematica veridicità sappiamo alcune cose.

In primis le elezioni, sia a Cerveteri che a Ladispoli, e poi il ritorno, pandemia permettendo, di Lorenzo Cherubini Jovanotti sulle spiagge di Campo di Mare con un doppio concerto.

Serrato e aspro lo scontro che si prevede nei prossimi sei mesi, salvo spostamenti delle elezioni.

A Ladispoli in tanti stanno attendendo quello che si prospetta essere un vero scontro tra titani: Alessandro Grando, Sindaco in carica e ricandidato per il secondo mandato, contro Alessio Pascucci, al termine della sue esperienza da Sindaco di Cerveteri ma pronto a conquistare anche palazzo Falcone.

Una candidatura, quella di Pascucci, che era nell’aria da tempo, già da prima del suo annuncio ufficiale e che poi si è concretizzata con un comunicato che vede a suo sostegno otto liste, eccezion fatta del Partito Democratico che vede ancora una coriacea Silvia Marongiu decisa a tentare la corsa da prima cittadina.

Novità dell’ultima ora, l’uscita da Fdi in consiglio comunale di Raffaele Cavaliere che ha deciso di correre con una sua lista negazionista, antivaccinale e complottista denominata “Giustizia e Libertà – Diritti Umani”.

A Cerveteri l’incognita è ancora più grande. C’è infatti da raccogliere l’eredità decennale di Alessio Pascucci.

Al momento è in campo ufficialmente solo Anna Lisa Belardinelli, esponente del centrodestra, che dopo il tentativo andato a vuoto nel 2017 ci riprova con una coalizione formata da Fratelli d’Italia e Lega, oltre ad alcune liste civiche. Fa rumore l’assenza dalla coalizione di Forza Italia, guidata da Salvatore Orsomando. Simbolo che ancora una volta, nonostante i rumors delle primissime ore, il centrodestra risulta spaccato così come manca anche Lamberto Ramazzotti.

Nel centrosinistra invece i nomi che circolano con maggiore ricorrenza sono due, ovvero quello di Federica Battafarano, assessora alle Politiche Culturali e di Elena Gubetti, assessora alle Politiche Ambientali. Uscito di scena invece con le dimissioni, il nome di Francesca Cennerilli, oramai ex vice sindaca della giunta Pascucci.

La situazione nel centrosinistra etrusco si è arricchita poi negli ultimi mesi del ritorno di Giuseppe Zito, già vice sindaco di Cerveteri per otto anni, poi dimessosi, e oggi tornato alla ribalta con la sua elezione a segretario del Partito Democratico di Cerveteri. Sarà curioso sapere se colui che era il delfino prediletto di Pascucci dopo la presenza in entrambe le amministrazioni, sarà in grado di riunire il centrosinistra e andare alle urne con una coalizione unica.

Mancano ancora diversi mesi comunque al voto, con l’incognita rinvio causa contagi da Covid sempre dietro l’angolo. Questo, sicuramente, è anche uno dei motivi per cui tante carte ancora non sono state scoperte.

In conclusione, sempre pandemia permettendo, come non citare quello che insieme al rinnovo dei due Consigli comunali sarà l’evento dell’anno sul Litorale: il Jova Beach Party, il doppio concerto di Jovanotti che a luglio si svolgerà a Campo di Mare e che nel 2019 è stato pomo della discordia tra il Comune con la Necropoli e il Comune con la Torre.

Sarà senza dubbio una grande vetrina per il territorio, con l’auspicio che la due giorni con il cantante di Serenata rap possa portare un importante indotto economico.

Pubblicato venerdì, 14 Gennaio 2022 @ 05:02:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA