Elezioni Cerveteri, stangata su Moscherini: "Deve pagare 25mila euro di consulenze" • Terzo Binario News

Su Repubblica.it la sentenza del tribunale di Civitavecchia che condanna il candidato a pagare per una vicenda legata a quando era sindaco di Civitavecchia, il tutto a pochi giorni dal ballottaggio

“Gianni Moscherini deve pagare 25mila euro di consulenze”. La condanna in sede civile l’ha emessa il tribunale di Civitavecchia pochi giorni fa per un vicenda legata al periodo in cui il candidato cerite era sindaco di Civitavecchia.

A tirare fuori la storia, Repubblica.it QUI.

Il problema, secondo i magistrati, riguarda alcune consulenze del Pincio e dell’allora municipalizzata Hcs ora fallita, che non sarebbero state formalizzate né saldate ai tempi in cui Moscherini era primo cittadino nella cittadina portuale, tant’è vero che la sentenza condanna anche il Pincio a pagare alcune spettanze.

Nella sentenza, emessa dalla giudice Giulia Sorrentino, è stabilito che “il Tribunale definitivamente pronunciando, cosi decide: accoglie la domanda per quanto di ragione e, per l’effetto, – condanna il Comune di Civitavecchia al pagamento in favore dell’avv. Di Martino della somma di E 79.521,97 comprensiva di spese, iva, cpa e al netto della ritenuta d’acconto nonché della somma di €15.945,00 oltre accessori di legge;

– condanna il Comune di Civitavecchia al pagamento in favore dell’avv. Angelo Schiano della somma di E 1.775,00 comprensiva di spese, iva, cpa e al netto della ritenuta d’acconto nonché della somma di C 7.125,00 oltre accessori di legge;

  • condanna Giovanni Moscherini al pagamento in favore dell’avv. Di Martino della somma di E 1.974,94 comprensiva di spese, iva, cpa e al netto della ritenuta d’acconto nonché della somma di E 10.278,00 oltre accessori di legge;
  • condanna Giovanni Moscherini al pagamento in favore dell’avv. Angelo Schiano della somma di E 6.075,00 oltre accessori di legge; condanna il Comune di Civitavecchia e Giovanni Moscherini al pagamento in favore dell’avv. Paolo Di Martino e dell’avv. Angelo Schiano degli interessi legali sulle somme liquidate con decorrenza dalla presente sentenza sino al saldo effettivo; condanna il Comune di Civitavecchia, in solido con Giovanni Moscherini, al pagamento delle spese di lite, che liquida in E 15.143,00 in favore dell’attore, di cui E 13.430,00 per compensi ed E 1.713,00 per spese, e in E 2.425,00 per compensi in favore di Angelo Schiano, il tutto oltre spese generali, Iva e Cpa come per legge”.

Il caso, i cui aspetti sono certo personali, avrà pure ripercussioni politiche. Sia perché domenica c’è il ballottaggio di Cerveteri con Moscherini in corsa per la poltrona di sindaco con Elena Gubetti, sia perché come riferisce Bruno Astorre, senatore del Pd e segretario regionale del partito al quotidiano, la questione verrà portata in Parlamento in quanto i dem intendono sfar luce sul passato di Moscherini: “La sentenza numero 707 del 2022 del tribunale di Civitavecchia merita un approfondimento pertanto presenterò una interrogazione in parlamento per fare luce su questa vicenda legata al passato di Moscherini”. La sentenza è chiara: “gli incarichi sono stati conferiti nel corso del mandato del sindaco Moscherini in modo anomalo sia in ordine ai presupposti per il conferimento del medesimi, e ha eccepito la mancanza di formali atti di incarico e di impegni di spesa con conseguente nullità dell’asserito rapporto contrattuale”.

Pubblicato giovedì, 23 Giugno 2022 @ 19:07:14     © RIPRODUZIONE RISERVATA